Breaking News

Filiera ittica, sequestro da 56 tonnellate nel vicentino

Venezia – Guardia costiera impegnata nel vicentino, in questi giorni, in una intensa attività di polizia nel campo dei prodotti ittici. Proprio oggi infatti, nel corso di una operazione ispettiva compiuta presso una piattaforma logistica operante nel settore, i militari della Sezione polizia marittima coordinati dal nono Centro regionale di controllo area pesca del Reparto operativo della Direzione marittima del Veneto, hanno sequestrato 55 tonnellate di prodotti ittici e una tonnellata di prodotti di origine animale congelati.

L’azienda vicentina era già finita, nei giorni scorsi, nella rete dei controlli per non aver comunicato all’Ufficio veterinario per gli adempimenti comunitari (Uvac) l’acquisizione di sette tonnellate di merce proveniente dall’estero. Ora è stata sanzionata per aver detenuto, in deposito conto terzi, prodotti di origine animale senza il riconoscimento Ce previsto dalla normativa europea, che obbliga gli operatori del settore alimentare a far riconoscere, dalle autorità sanitarie competenti, i propri stabilimenti ove si esegua una qualsiasi delle fasi di produzione, trasformazione e distribuzione di alimenti.

L’operazione è stata svolta assieme ai carabinieri del Nas di Padova, e in collaborazione con personale del Dipartimento prevenzione veterinaria e servizio igiene alimenti della Ulss 8 Berica. Si è conclusa, oltre che con il sequestro della merce, anche con l’elevazione di sanzioni amministrative per oltre diecimila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *