Breaking News

Calcio, Vicenza sconfitto al Menti dalla Triestina

Vicenza – Un Vicenza con poche idee e poca grinta è stato sconfitto oggi, davanti al proprio pubblico dalla Triestina, per 2-0, in una partita che è stata decisa poco dopo la mezz’ora del primo tempo, con un uno-due che ha tagliato le gambe ai biancorossi. La squadra di casa ha tentato poi di recuperare, avendone tutto il tempo per altro, ma in realtà non è mai sembrata in grado di riuscirci, per il gioco prevedibile, per gli sbagli dei singoli ed anche per la buona e attenta difesa dei triestini.

Insomma, un’altra giornata nera per il Lane, che invece aveva cominciato bene una gara che comunque sembrava presentarsi povera di spettacolo e di occasioni da gol. Le uniche azioni d’attacco degne di nota, fino alla mezz’ora, erano state del Vicenza, prima con Curcio che, dopo aver visto il portiere avversario un po’ fuori dai pali, ci ha provato da trenta metri e ha quasi infilato l’incrocio dei pali. E’ stato bravo Offredi a recuperare la posizione e a salvarsi in angolo.

Poi Guerra, poco in palla oggi, ha ricevuto, al limite dell’area, un pallone servito benissimo da Curcio, molto smarcante, ma si è attardato troppo e la difesa avversaria lo ha fermato. Pochi minuti dopo però, al 37′ è arrivata la doccia fredda. Innanzitutto Costantino ha portato in vantaggio i giuliani, liberandosi molto bene di Bizzotto, al limite dell’area, e poi infilando Grandi con una precisa palla ad effetto.

Due minuti dopo il bis, con un micidiale contropiede: Bariti prende un pallone a centrocampo e galoppa sulla fascia destra fino all’area biancorossa, riuscendo a mettere al centro con precisione. E’ Procaccio quello meglio piazzato: riceve il pallone e non sbaglia, appoggiandolo in rete dalla zona del dischetto.

Il Vicenza a quel punto è frastornato, e non dimostra quella lucidità e freddezza che sarebbero invece state necessarie. Anche alla ripresa del gioco, dopo l’intervallo, il copione non è cambiato, con la Triestina che è sembrata sempre in grado di controllare la situazione, e lo ha fatto, neutralizzando tutti gli attacchi biancorossi.

Nel secondo tempo si possono segnalare un bel tiro di Nicolò Bianchi, forte e teso, ma abbastanza centrale, che Odifreddi riesce a respingere, ed un’occasione capitata ad Arma, che riceve un pallone al limite e lascia partire un diagonale che va fuori di qualche metro. A fine partita non sono mancati i fischi della curva sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *