Breaking News
L’azione del secondo gol del Vicenza, segnato da Guerra (Screenshot da Eleven Sport Tv)
L’azione del secondo gol del Vicenza, segnato da Guerra (Screenshot da Eleven Sport Tv)

Calcio, il Vicenza delude ancora. E’ pari con il Sudtirol

Bolzano – E’ finita con un pareggio, per 2-2, la partita Sudtirol-LR Vicenza, in un bel pomeriggio di inizio di primavera che ha visto la formazione biancorossa convincere per oltre metà della gara e sprecare poi tutto nella frazione finale. Nel primo tempo si è infatti visto un buon Lane, cinico e concreto, che è riuscito a portarsi in vantaggio alla prima occasione utile. Un piglio vincente che i biancorossi hanno avuto anche in avvio di ripresa, trovando presto il raddoppio, salvo poi scomparire, e lasciare clamorosamente l’iniziativa ai padroni di casa.

Il Sudtirol ha inflitto, a quel punto, al Vicenza un altro uno-due tagliagambe, come quello della Triestina di una settimana fa… Anche stavolta i biancorossi hanno subito due gol nel giro di due minuti, e dallo 0-2 si è andati in un batter d’occhio sul 2-2. E quel che è peggio è stato che la squadra altoatesina è andato poi molto vicina, più volte, a segnare il terzo gol e vincere la partita.

Insomma, anche stavolta la formazione veneta non ha retto sul piano mentale, non ha mantenuto la concertazione e, soprattutto in difesa, ha fatto vedere distrazioni, disattenzioni, assolutamente non accettabili in una squadra che intenda ben figurare.

Per quanto riguarda i gol e la cronaca della partita, ad aprire le marcature è stato Mantovani, deviando in rete di testa un calcio d’angolo battuto da Cinelli. Poi, per tutto il primo tempo, i biancorossi hanno ben contenuto gli avversari, non consentendo loro di rendersi mai davvero pericolosi, ed hanno anche cercato il raddoppio, andandoci vicino soprattutto sul finale di tempo, con Curcio.

Iniziato il secondo tempo, ben presto arriva anche il secondo gol del Vicenza. E’ il 13’ quando Arma serve molto bene Guerra, con un passaggio filtrante. L’attaccante non sbaglia e infila Nardi con un rasoterra all’angolino. Subito dopo c’è l’eclisse biancorossa.

Passano appena tre minuti e il Sudtirol accorcia le distanze, con Romero che insacca di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Altri due minuti e gli altoatesini pareggiano, con Lunetta, lasciato decisamente troppo solo da Stevanin. Entrambi i gol comunque sono stati causati, di fatto, da disattenzioni difensive biancorosse, così come ce ne sono state altre nei minuti seguenti, nei quali la squadra di casa si è resa molto pericolosa più volte. Il fischio finale dell’arbitro è quasi liberatorio, perché poteva anche andare peggio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *