Breaking News

Basket, Schio incontra Orenburg in EuroCup

Schio – A volte ritornano. Stiamo parlando delle giallorosse del Nadezhda Orenburg, già avversarie del Beretta Famila Schio in Eurolega ed ora di nuovo di fronte alle arancioni, in Eurocup Women. La posta in palio è davvero succulenta: per la vincente del doppio confronto si spalancheranno le porte della finale della seconda competizione continentale di basket femminile.

Gara 1 di semifinale playoff è in programma domani, giovedì 21, al PalaRomare, con palla a due alle 20.30. Per gara 2, giovedì 28 marzo alle 15, ci si sposterà all’Orenburzhje Sport Hall di Gagarin Avenue, a Orenburg. Nell’altra semifinale si scontreranno le spagnole dello Spar Citylift Girona, dell’ex Nuria Martinez e le francesi del Blma, nelle cui file milita l’ex scledense Endy Miyem.

L’ultimo confronto tra le due compagini risale ad un mese fa, il 21 febbraio, ed ha visto le scledensi piegare con autorità (82-50) le atlete di Víctor Lapeña. Fu proprio grazie a questa vittoria e alla concomitante sconfitta delle francesi dell’Esbva-Lm contro Bourges che il Beretta agguantò il sesto posto, l’ultimo utile per continuare il cammino europeo.

Anche le russe hanno fatto lo stesso percorso delle scledensi: il Nadezhda, inserito come Schio nel girone A, non è infatti riuscito a centrare l’obiettivo dei quarti di finale di Euroleague Women, ma il quinto posto in graduatoria ha consentito a Brionna Jones e compagne il trasferimento in EuroCup.

Nei quarti di finale Orenburg ha sconfitto le spagnole della Perfumerias Avenida Salamanca (128-115 al termine del doppio confronto), mentre Schio ha superato (156-152) le turche del Cukurova Basketbol di Mersin.

“Penso che non si possano confrontare le due partite già giocate in Eurolega – ha spiegato la playmaker di Schio Francesca Dotto – e quelle che giocheremo in Eurocup. La squadra che affrontiamo è la stessa, ma credo che la situazione sia diversa. Da entrambe le parti la voglia di vincere sarà grande quindi mi aspetto due match molto combattuti”.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *