Breaking News

Vicenza, cosa si fa per migliorare la città?

Da Raffaele Colombara, consigliere comunale di minoranza, a Vicenza, per la lista Quartieri al Centro, riceviamo e pubblichiamo

*****

Vicenza – Anche sul tema supermercati, rotatorie & annesse bretelle stradali  l’amministrazione Rucco non trova di meglio che dire che è colpa degli altri. Ma cosa sta facendo per mettere concretamente in atto il cambiamento che ha promesso? Zoppello afferma che il progetto all’ex Pellizzari è stato approvato dalla precedente amministrazione sottintendendo che non gli piace, ma se lo è trovato così e non ci più fare nulla.

A parte che inizialmente la bretellina non c’era, nel complesso questo atteggiamento denota mancanza di progettualità e programmazione. E di volontà di cambiamento. Zoppello è pagato per portare avanti le idee della precedente amministrazione? Dov’è finito il cambiamento tanto promesso in campagna elettorale? Zoppello, e Cicero, non si sono ancora resi conto che sette anni nell’urbanistica sono un’eternità: Vicenza è molto cambiata. Cose che 7 o 15 anni fa potevano avere una coerenza, oggi non ce l’hanno più.

Sul tema insediamenti commerciali, l’amministrazione vuole o non vuole prendere atto che serve un nuovo piano? Che siamo invasi più da supermercati che da immigrati? Serve un nuovo Pat che ridisegni quelle che negli anni 80 furono le famose aree d’oro con una vision da 2020. E invece con Zoppello siamo rimasti agli anni 80. Altro che sostegno ai negozio di vicinato tanto sbandierato in campagna elettorale: anche qui, supermercato in cambio di rotatoria e anche una bretellina per il nostro Cicero.

Nel merito del progetto, inoltre, vorrei segnalare al nostro assessore che qualcuno ha provato a cambiarlo: la stessa vecchia amministrazione è andata oltre questo progetto viabilistico con le opere previste con la Tav, che prevedono una bretella che sgrava non un piccolo tratto di corso Felice, ma tutto l’asse di San Felice fino a San Lazzaro. Mi pare che Zoppello sedesse nello stesso consiglio comunale: ne ha preso visione quello che risulta essere il nostro attuale assessore all’urbanistica? Si sono confrontati, lui e Cicero, con il nostro sindaco Rucco che non più di qualche settimana fa ribadito che sul progetto di Tav si va avanti?

Di polemica pretestuosa, quindi, c’è solo quella dell’assessore che, anziché provare a cambiare, non trova di meglio che rispondere polemicamente per nascondersi ed evitare la fatica di trovare soluzioni alternative. Un amministratore non chiede cosa fanno o hanno fatto gli altri, ma si chiede che cosa sta facendo per lasciare una città migliore. È proprio necessario sventare e distruggere il parco di San Felice con una bretella di qualche centinaio di metri sulla cui utilità tutto è in discussione? L’urbanistica è un tema molto complesso dove è necessario avere competenza e grande concretezza. Dunque meno chiacchiere e sorrisi e più fatti.

Raffaele Colombara – Consigliere comunale di Vicenza per la lista Quartieri al Centro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *