Breaking News

Tornano i Momix al Teatro Comunale di Vicenza

Vicenza – Tornano i Momix al Teatro Comunale di Vicenza. Saranno quattro giorni e cinque repliche per l’anteprima mondiale del loro nuovo spettacolo, dal titolo “Alice”,  in scena giovedì 14 febbraio (alle 20.45), venerdì 15 (alle 20.45), sabato 16 (alle 17 e alle 20.45) e domenica 17 febbraio (alle 18). Si tratta di uno spettacolo molto atteso, che sarà a Vicenza prima del debutto nazionale che ci sarà invece  a Roma, al Teatro Olimpico, il 20 febbraio, e della successiva tournée italiana, dal 6 al 24 marzo.

Per il nuovo spettacolo dei Momix al Teatro Comunale di Vicenza, le prime due date sono inserite nei fuori abbonamento, quelle di venerdì e sabato invece sono comprese nella stagione di danza. I biglietti sono tutti esauriti da tempo. Lo spettacolo sarà introdotto dal consueto “Incontro con la danza” curato da Nicoletta Martelletto, giornalista del Giornale di Vicenza, responsabile delle pagine culturali del quotidiano.

“Alice”, il nuovo spettacolo dei Momix, si ispira ad “Alice nel Paese delle Meraviglie”, di Lewis Carroll, e al mondo della fantasia, con scenografie in technicolor. Non si racconta, ovviamente, tutto il romanzo, ma l’ispirazione prende corpo in puro stile Momix, e quindi si presenta in un mondo pieno di sorprese e di follia. Sarà molta la tecnologia in scena, con luci speciali e costumi particolari. Lo spettacolo, ideato e diretto da Moses Pendleton, con la co-direzione artistica di Cinthya Quinn, dura due ore con un intervallo di 20 minuti. E’ in due atti (“Nella tana del coniglio” il primo, “Oltre lo specchio” il secondo) e presenta quasi una ventina di coreografie, liberamente ispirate alle vicende dell’omonimo romanzo.

“Ancora una volta – si legge nella presentazione dello spettacolo -, è il trionfo dell’immaginazione e delle illusioni, un gioco fantastico costruito con immagini e coreografie surreali, in cui i corpi dei danzatori cambiano e si trasformano senza sosta. Il corpo e la danza sono, come in tutti gli spettacoli dei Momix, gli ingredienti fondamentali  e grazie a loro possono prendere vita le inesauribili meraviglie che affascinano il pubblico da quasi 40 anni. Multimedialità, invenzione teatrale, uso del corpo come strumento espressivo e immaginifico, luci e suoni calibrati in funzione di una costante e rinnovata esplosione di visioni che si animano per il piacere di meravigliare”.

Il nome dei Momix, un brand consolidato e celebre in tutto il mondo, deriva da un assolo ideato da Moses Pendleton, al tempo membro dei Pilobolus Dance Theatre, per i Giochi olimpici invernali di Lake Placid, del 1980: Mo, come Moses, Mix, come miscellanea di stili delle sperimentazioni del gruppo. La compagnia ha spesso realizzato progetti speciali e televisivi. In Italia è apparsa in produzioni Rai trasmesse in mondovisione. Oltre alle annuali apparizioni al Joyce Theatre di New York, i Momix si esibiscono regolarmente in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *