Breaking News

Thiene, blitz di Forza Nuova: “Terrorismo non è arte”

Thiene – Blitz di Forza Nuova, la notte scorsa, a Thiene, dove alcuni militanti hanno appeso uno striscione in Via Vittorio Veneto, in zona stazione, dove l’11 aprile 1979 saltò in aria il piccolo appartamento di Lorenzo Bortoli, con tre giovani terroristi che vi persero la vita fabbricando un ordigno. Di fronte alla ventilata ipotesi di dedicare al Bortoli, poi morto suicida in carcere, una mostra a Thiene, Forza Nuova si è già detta contraria, “ma ciò che lascia perplessi – aggiunge ora spiegando il blitz notturno – è l’atteggiamento della giunta comunale thienese, pronta prima a lanciare il sasso e ora diventata muta a riguardo”.

“”Il terrorismo non è arte – ha commentato Daniele Beschin, coordinatore provinciale di Forza Nuova – ed è questo che recita lo striscione appeso nella notte in quel luogo simbolo di morte e terrore. Pretendiamo che la giunta comunale si esprima a riguardo, attraverso una mozione nei confronti di questa iniziativa, dando anche spiegazioni alla cittadinanza su come sia possibile che una tale proposta possa essere stata pensata da persone che siedono nei banchi della maggioranza”.

“Persone – ha aggiunto Beschin – che dovrebbero pensare a tutelare i cittadini di Thiene e non a ricordare dei terroristi attraverso esposizioni di pitture. Gabriela Strinati, assessore alla cultura di Thiene che già si era espressa a favore dell’iniziativa e che sembra aver poi fatto un passo indietro, dovrebbe dimettersi e vergognarsi. Detto questo, chiediamo che le minoranze in consiglio comunale interpellino il sindaco a riguardo, ma chiediamo soprattutto che venga messa una pietra tombale sulla mostra. Con le bombe non si scherza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *