Breaking News

Maltrattamenti in famiglia, un altro arresto

Rossano Veneto – Maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata, è questa l’accusa con la quale i carabinieri di Rosà hanno arrestati ieri un uomo di 34 anni, di Rossano Veneto, Eros Bizzotto, risolvendo una ennesima situazione familiare problematica. Erano stati gli stessi familiari del 34enne rossanese a rivolgersi alla stazione dell’Arma  di Rosà, nei giorni scorsi, per denunciare una serie di comportamenti violenti, minatori e persecutori attuati nei loro confronti dal figlio, fin dal mese di ottobre 2018.

Una situazione precipitata negli ultimi tempi, con frequenti liti scatenate da Bizzotto, già noto per precedenti di polizia in tema di stupefacenti e di reati contro il patrimoni. Ben tre interventi sono stati effettuati dai Carabinieri in pochi giorni allo scopo di sedare i dissidi.

Vista la problematicità del soggetto, il primo febbraio, i militari hanno provveduto, d’intesa con il pm di turno Hans Roderich Blattner, ad allontanarlo dalla casa familiare. Proprio ieri pomeriggio però, poco dopo la convalida del provvedimento, Bizzotto si è presentato di nuovo davanti all’abitazione dei familiari, incurante di quanto era avvenuto nei giorni precedenti.

All’inizio ha chiesto alcuni effetti personali e del cibo. Alla risposta del padre di attendere fuori mentre prendeva quanto richiesto, il Bizzotto ha aperto il cancello e si è diretto in casa con fare minaccioso. Ha impugnato un bastone ed ha minacciato di morte il padre, affermando che nessuno avrebbe potuto fermarlo, nemmeno i carabinieri.

Ha lanciato frasi ingiuriose e minacciose anche contro la madre e la sorella. Allertati dal padre, i carabinieri hanno però raggiunto subito l’abitazione ed arrestato il 34enne per maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata. Bizzotto è ora in una cella del carcere di Vicenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *