Incendio a Montecchio, tre persone intossicate

Montecchio Maggiore – Tre persone sono rimaste intossicate nel tentativo di spegnere un incendio che aveva avvolto una casetta di legno, così da evitare che le fiamme si estendessero alla vicina abitazione. E’ successo nel primo pomeriggio di oggi, domenica 24 febbraio, in via XXV aprile, a Montecchio Maggiore.

Come anticipato, il rogo stava bruciando una casetta di legno adibita a ricovero attrezzi e le tre persone, una volta accortesi di quanto stava accadendo, hanno provato a domare le fiamme usando degli estintori, ma sono rimaste intossicate per aver respirato il fumo sviluppatosi dalla combustione.

I vigili del fuoco di Arzignano hanno raggiunto via XXV aprile verso le 13.15 con due automezzi antincendio. I pompieri hanno spento le fiamme (che hanno distrutto completamente la casetta), evitando che il rogo si propagasse all’abitazione principale.

Le fiamme hanno comunque fatto in tempo a bruciare gli infissi, facendo saltare i vetri, oltre ad annerire la facciata e far entrare fumo all’interno della casa. Il personale sanitario del Suem 118 ha preso in cura le tre persone, che sono state portate al pronto soccorso per ulteriori controlli.

Le cause dell’incendio, di probabile natura elettrica, sono al vaglio della squadra intervenuta. Le operazioni di soccorso da parte dei vigili del fuoco sono terminate dopo circa due ore dall’inizio dell’intervento, con l’aereazione dell’abitazione invasa dal fumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *