Breaking News

Giro di hashish e cocaina. 4 persone in manette

Brogliano – Quattro persone in manette, più di due chili di hashish e mezz’etto di cocaina sequestrati. E’ questo il bilancio di un’operazione condotta dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Valdagno che, da tempo, tenevano d’occhio le persone che sono state ora arrestate, portando avanti un’attività investigativa finalizzate alla repressione del traffico di stupefacenti nella vallata. Li stavano seguendo insomma e, nella tarda serata di sabato 9 febbraio, li hanno pizzicati proprio mentre stavano contrattando la compravendita di un certo quantitativo di hashish e cocaina.

Ed è così che in manette sono finiti sia i venditori che i compratori. Gli arrestati sono tre vicentini, ovvero il 50enne Roberto Ometto, di Altavilla, divorziato e disoccupato, il 49 enne Alessandro Bedin, di Creazzo, e la 26enne Martina Donazzan, di Brogliano, nubile, operaia. Assieme a loro c’è anche un giovane magrebino, Mohamed Chouatr, nato in Marocco nel 1991, residente ad Altavilla, coniugato, disoccupato e pregiudicato.

I carabinieri, sabato sera, hanno seguito l’auto con a bordo Ometto e Bedin, finché non hanno avuto la possibilità di sorprenderli, come si suol dire, con le mani nel sacco, ovvero mentre avveniva la cessione, sia dell’hashish che della cocaina, alla 26enne di Brogliano. Già in questa fase sono stati trovati un etto di hashish, 25 grammi di cocaina e 1900 in contanti, ma soprattutto le successive perquisizioni nelle case degli arrestati, hanno permesso di rinvenire e sequestrare il grosso dello stupefacente.

Ad Altavilla in particolare, a casa di Chouatr e Ometto, sono saltati fuori 2,1 chili di hashish, altri 17 grammi di cocaina e banconote per un altro migliaio di euro, oltre a bilancini e materiale per il confezionamento dello stupefacente. I due sono stati subito accompagnati nel carcere di Vicenza, mentre gli acquirenti, Donazzan e Bedin, dopo le formalità del caso, sono stati posti in libertà, in attesa del processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *