Breaking News

Casa d’appuntamenti trans ed un po’ di droga…

Grumolo delle Abbadesse – Quattro persone denunciate, per vari reati, dai carabinieri della nuova stazione di Torri di Quartesolo, ieri,  2 febbraio, a conclusione di una indagine che ha portato alla luce una casa di appuntamenti trans, a Grumolo delle Abbadesse, ma anche episodi di spaccio di droga e furti.

I denunciati sono un 20enne di san Pietro in Gu, L.D. le sue iniziali, accusato di furto aggravato di un telefono cellulare, di tentata estorsione e di cessione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, P.F, 59enne, residente a Grumolo delle Abbadesse, per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, e due transessuali brasiliani, W.A., di 35 anni 35enne, e R.A., 32enne, domiciliati rispettivamente ad Altavilla Vicentina e Grumolo delle Abbadesse, per soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

A rivolgersi ai carabinieri e dare il via a tutto questo era stato un 29enne di Nanto, raccontando che, nella tarda serata di venerdì, aveva concordato una prestazione sessuale con i due brasiliani, incontrandoli poi in un appartamento di Grumolo delle Abbadesse, casa di proprietà di P.F. che i due transessuali usavano per incontrare i clienti.

Durante la serata, il 29enne era stato raggiunto L.D., al quale aveva chiesto di procurargli della cocaina. Dopo avergliela consegnata, questi gli ha preso il telefono cellulare come controvalore per l’acquisto dello stupefacente, minacciandolo, per la restituzione del telefono, di consegnare 150 euro.

La successiva perquisizione da parte dei militari nell’auto di L.D. ha permesso di recuperare il cellulare e trovare 0,21 grammi di marijuana, per la quale il giovane è stato segnalato come assuntore di stupefacenti. I due brasiliani invece sono stati invitati a presentarsi presso la Questura di Vicenza, per la regolarizzazione del soggiorno in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *