Breaking News
Menti ancora stregato per il Vicenza. La vittoria non arriva (Screenshot da Eleven Sports Tv)
Stadio Menti ancora stregato per il Vicenza. La vittoria non arriva (Screenshot da Eleven Sports Tv)

Calcio, è 0-0 al Menti tra Vicenza e Fermana

Vicenza – Ancora un pareggio incolore per il Vicenza, quest’oggi, allo stadio Menti, nella sfida contro la Fermana. E si sono sentiti i fischi dei tifosi, insistenti, a fine partita ma anche durante la gara, per una prestazione che non ha soddisfatto, soprattutto nel primo tempo. L’unico a ricevere applausi oggi è stato il giovane Zarpellon, come una sorta di novello Davide che è riuscito a prevalere sul campo, lui, 19enne frutto del vivaio, su calciatori più esperti e da più o meno alte quotazioni nel calciomercato.

Le prime avvisaglie del match hanno subito fatto capire che i biancorossi stavano affrontando una partita in salita. E’ stata infatti la squadra marchigiana a rendersi pericolosa in avvio di gara, in un paio di occasioni almeno, la più clamorosa al 26’, quando Albertazzi, che sostituiva tra i pali biancorossi l’infortunato Grandi, prima parava un tiro ravvicinato di Maurizi e poi, sulla ribattuta, si vedeva Sperotto calciare a rete quasi a colpo sicuro e colpire la traversa interna. Grande brivido insomma, in campo e sugli spalti…

Dall’altra parte, ci ha provato Arma, che da buona posizione, in area avversaria, ha girato a rete una bella palla ma sbagliando mira. La girata al volo non è facile, ma è anche vero del resto che l’attaccante marocchino ha colpito male il pallone e l’occasione è per questo sfumata.  Ben poco d’altro da segnalare nel primo tempo, specialmente in casa biancorossa, dato che, se vi sono state azioni incisive, queste sono arrivate soprattutto dalla Fermana.

Il Vicenza si è svegliato un po’ nel secondo tempo, ha alzato il ritmo, ma senza mai riuscire davvero a rendersi pericoloso. Bello un destro di Pontisso dalla distanza, parato dal portiere avversario, si possono segnalare alcune iniziative di Giacomelli, che comunque ha svolto come sempre il suo lavoro. A parte questo comunque la noia ha prevalso, e soprattutto la delusione di aver visto una squadra che non riesce a vincere, che non trova la via del gol, e che è sempre in affanno sulle palle inattive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *