Breaking News
Arzignano chiede di nuovo un'acqua a Pfas zero

Arzignano, nuova richiesta per un’acqua a Pfas zero

Arzignano – Il Comune di Arzignano ha formalizzato una richiesta, al commissario straordinario per l’emergenza Pfas, Nicola Dell’Acqua, al presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e al direttore generale della Ulss 8, Giovanni Pavesi, di comprendere la popolazione residente o domiciliata ad Arzignano nel “Piano di sorveglianza sulla popolazione esposta a Pfas”. Ha inoltre invitato il commissario Dell’Acqua a partecipare ad un incontro pubblico con l’amministrazione comunale e la popolazione arziganese.

La richiesta arriva dopo una prima nota, del 20 dicembre 2018, con la quale si chiedeva di adottare tutti i necessari ed opportuni provvedimenti per stabilire limiti e fornire acqua potabile con Pfas zero su tutto il territorio comunale di Arzignano, e una successiva nota, del 21 gennaio 2019, con la quale si chiedeva di includere la popolazione di Arzignano nel piano di sorveglianza sanitaria regionale.

“Entrambe le note non hanno ricevuto risposta – ha spiegato l’assessore con delega ai Pfas zero, Giovanni Fracasso -. Considerata la gravità della questione, abbiamo deciso di sollecitare le necessarie delucidazioni su questo tema così delicato. C’è una legittima e sacrosanta richiesta di chiarimenti e provvedimenti da parte dei cittadini. Solo eradicando il problema e avviando uno screening gratuito sulla popolazione possono essere affrontati dubbi, perplessità e interrogativi”.

“Rinnoviamo la nostra richiesta – ha aggiunto il sindaco di Arzignano, Giorgio Gentilin, – e nei prossimi giorni contatterò direttamente il commissario Dell’Acqua, con il quale finora abbiamo avuto un rapporto di estrema trasparenza e rispetto dei ruoli, affinché la nostre aspettative abbiano buon esito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *