Breaking News

“We will rock you”. A Bassano il musical sui Queen

Bassano del Grappa – Oltre 8 milioni di spettatori, 2700 performance e 12 anni consecutivi di rappresentazioni a Londra. E’ lo spettacolo “We will rock you”, un musical con i più grandi successi dei Queen, che arriva sabato 12 gennaio, alle 21, al Palabassano2 di Bassano del Grappa, con una nuova produzione e un cast rinnovato nei protagonisti. Lo spettacolo mette in scena 24 tra i maggiori successi della band di Freddie Mercury, riflettendone le performance live.

Prodotto da Ben Elton in collaborazione con Roger Taylor e Brian May, lo spettacolo ha debuttato al Dominion Theatre di Londra il 12 maggio 2002. Il successo che ha riscosso è stato da subito così eclatante da farne uno degli show più longevi nella storia del West End. E’ arrivato per la prima volta in Italia nel dicembre 2009, all’Allianz Teatro di Milano, riscuotendo anche nel nostro paese un grande successo. Scelta vincente, condivisa dai Queen stessi, è stata quella di mantenere le canzoni in inglese (tranne due) e di tradurre e riadattare solo i dialoghi.

“We will rock you” racconta un futuro distopico, nel quale il rock viene bandito e i suoi seguaci sono costretti a nascondersi, in una società vittima della globalizzazione più totale e schiavizzata da una multinazionale che controlla non solo la musica ma la vita dei singoli individui. Sul palco, il nuovo cast è composto da Salvo Vinci, nella parte di Galileo, e Alessandra Ferrari, in quella di Scaramouche. Valentina Ferrari sarà Killer Queen, mentre Paolo Barillari impersonerà Khashoggi. Claudio Zanelli sarà Britt, Loredana Fadda Oz, Massimiliano Colonna vestirà i panni di Pop.

“Lo show in tour nelle città italiane – precisano in una nota gli organizzatori – non è una replica del precedente, storico, spettacolo, ma è una nuova produzione, concepita appositamente per l’Italia da Claudio Trotta per Barley Arts. Pur mantenendo la storia, i personaggi e le musiche originali, che verranno eseguite da un band dal vivo, questo è un nuovo allestimento, attento comunque a sottolineare l’aspetto politico, attuale e visionario che è alla base del musical”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *