Breaking News

Vicenza apre il semestre che porterà al Gay Pride

Vicenza – Si è aperto quest’oggi, sabato 189 gennaio, nella nostra città, il semestre Vicenza Pride, un lungo periodo di riflessione e di avvicinamento a quello che sarà  il secondo Gay Pride organizzato in terra berica: la parata dell’orgoglio omosessuale si terrà sabato 15 giugno ed il periodo che ci separa da questa data, inaugurato oggi ai Chiostri di Santa Corona, proporrà eventi dedicati alle molte sfaccettature del concetto di “cittadinanza”

“Proveremo a capire – spiega infatti Mattia Stella, dell’associazione Vicenza Pride – cosa significa oggi essere cittadine e cittadini, e lo faremo attraverso l’approfondimento di mesi tematici: parleremo di storia, impegno, inclusione, libertà, diritti,  celebrazione”.

Il simbolico taglio del nastro, come dicevamo c’è stato oggi, al quale è seguita la presentazione del libro “Quando eravamo froci”, dell’attivista romano nel campo dei diritti civili Andrea Pini, presente anche lui, che ha parlato del suo libro, disegnando uno spaccato della condizione omosessuale italiana ai tempi della Dolce vita. Con foto e interviste Pini propone un viaggio negli anni in cui la vita per gli omosessuali non era affatto “gaia”, anzi era nascosta,

“Seppur nella clandestinità – ha spiegato -, ci si riusciva a ritagliare spazi e momenti di  aggregazione, e magari anche di gioia. E si ponevano le basi per le rivendicazioni e la visibilità dei decenni successivi”.  A margine della presentazione c’è stato anche il saluto dell’assessore alle pari opportunità Valeria Porelli.

Bisogna aggiungere che nell’ultimo periodo, a Vicenza, non sono state poche le voci critiche che si sono levate a Vicenza contro il Gay Pride. Sono tutte venute dagli ambienti politici della destra e dalle frange del mondo cattolico tradizionalista. Particolarmente dura la presa di pozione congiunta di Forza Nuova e Movimento Italia Sociale, che sollecitano il sindaco di Vicenza Francesco Rucco ad opporsi alla manifestazione di giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *