Breaking News

Spaccia banconote false, a casa ha pistola e proiettili

Schio – Gli hanno trovato a casa una pistola e una cospicua quantità di munizioni. L’arma, un revolver artigianale di fabbricazione belga modello “punto 32” calibro 8, era in realtà in pessime condizioni, ma in apparenza funzionante. Quanto alle munizioni, erano 121 cartucce del tipo “40 Smith & Wesson”, apprezzate soprattutto negli Stati Uniti, dove molti dipartimenti di polizia le hanno adottate come calibro d’ordinanza. In Europa queste munizioni vengono invece usate per pistole Glock, Sig Sauer, Steyr e Beretta 98, ed è probabile fossero a corredo proprio di una pistola Beretta.

Tutto questo a casa di quel giovane di 19 anni, Eddy Fabris, che era già stato arrestato alcuni giorni fa a Schio, dove aveva spacciato banconote false da 50 euro. Proprio in seguito a questo la Procura di Vicenza aveva emesso un decreto di perquisizione sulla sua abitazione, a Grantorto, per cercare e sequestrare eventuali altre banconote contraffatte e strumenti idonei alla falsificazione.

La perquisizione è stata fatta, dalla polizia locale Alto Vicentino di Schio e da quella di Grantorto, e non sono stati trovati altri soldi falsi, mentre è saltata fuori l’arma con le munizioni. Questo è costato a Fabris una denuncia alla Procura di Padova, per detenzione di armi e munizioni comuni, che sono state sequestrate in attesa di accertamenti.

Intanto sono state presentate delle denunce da tre commercianti di Schio, Breganze e Mason, dove Fabris, tra il 22 e il 23 dicembre, aveva speso banconote contraffatte acquistando merci per pochi euro e facendosi consegnare l’ingente resto in denaro contante. Attualmente salgono a nove le banconote da 50 euro sequestrate che, su disposizione della Procura di Vicenza, verranno al più presto consegnate alla Banca d’Italia per i successivi accertamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *