Breaking News

Smog, allarme arancione almeno fino a lunedì

Vicenza – Ancora non migliora la qualità dell’aria a Vicenza, per quanto riguarda la concentrazione di polveri sottili. E’ di questa mattina, infatti, il bollettino con il quale l’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale (Arpav) conferma il livello di allerta arancione per il pm10.

Nel capoluogo berico, dunque, rimangono in vigore le disposizioni più restrittive per quanto riguarda la circolazione dei veicoli. Questo almeno fino alla prossima comunicazione sul livello di inquinamento atmosferico di Arpav, attesa per lunedì 21.

Le limitazioni attualmente adottate, giova ricordarlo, prevede che tutti i giorni, inclusi i giorni festivi, in determinate aree non possano circolare i veicoli privati a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4; i veicoli commerciali a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3; i motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi non catalizzati, immatricolati prima dell’1/1/2000 e non conformi alla direttiva 97/24/C.

Le zone interdette alla circolazione per i mezzi sopraindicati sono il centro storico e i quartieri della prima cintura urbana. Nel dettaglio Laghetto, San Pio X, San Bortolo, Quartiere Italia, San Francesco, Sant’Andrea, San Lazzaro, Santa Bertilla, Villaggio del Sole, Santi Felice e Fortunato e parte dei quartieri della Stanga (lato San Pio X) e di Saviabona). Sono previste delle sanzioni per chi non rispetta i provvedimenti introdotti.

Tutti i parcheggi di interscambio, che permettono di arrivare in centro storico con il bus navetta (Bassano, Cricoli, Quasimodo), saranno sempre accessibili anche ai veicoli interdetti alla circolazione. A questo link si possono conoscere le eccezioni al divieto in vigore; qui invece sono pubblicati alcuni accorgimenti utili a ridurre l’inquinamento e a migliorare la qualità dell’aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *