Breaking News
Segnali preoccupanti per la libertà in Italia

Sbrollini critica FdI: “Fascismo da ripudiare”

La senatrice del Partito Democratico Daniela Sbrollini interviene per dirsi contraria alla proposta di Eleonora Grazia e di Andrea Barengo di modificare l’articolo 14 della Cosap, che prevede, per la concessione di spazi pubblici a fini elettorali, una dichiarazione di ripudio del fascismo

*****

Daniela Sbrollini
Daniela Sbrollini

Roma – Se una persona ritiene di non essere fascista non ha motivo di preoccuparsi di sottoscrivere una dichiarazione di “antifascismo”. Chiamarla “clava” è già un modo per “manganellare politicamente” chi non si attiene ad una Costituzione che è dichiaratamente non fascista ed antifascista. Chi vuole cambiare la sacrosanta norma voluta dall’ex sindaco di Vicenza Achille Variati cerca di cambiare la storia e di non vedere la cronaca di questi tempi.

Cosa sono quei cittadini che girano per gli stadi e per le piazze inneggiando al nazifascismo, chi saluta i poveri defunti al grido di camerata, chi si fregia di svastiche e soli neri, chi disconosce la shoah, chi tenta di rivedere la storia degli eccidi e dei lager, chi ruba le “pietre d’inciampo”? Cosa sono se non fascisti?

E quindi mi auguro che il consigliere comunale Andrea Berengo ritiri la proposta di modifica del regolamento per l’occupazione degli spazi e delle aree pubbliche. La formula dell’accettazione di un “ripudio del fascismo”, per ottenere l’autorizzazione ad utilizzare spazi pubblici a fini di propaganda politica, è una sacrosanta richiesta. Vicenza, medaglia d’oro per la Resistenza, oltre che per il Risorgimento, ribadisca quanto dovrebbe già essere nel Dna di tutti.

Daniela Sbrollini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *