Breaking News

Nuovo comandante per i carabinieri di Montecchio

Montecchio Maggiore – Presentato ieri mattina il nuovo comandante della Tenenza dei carabinieri di Montecchio Maggiore, competente non solo nel territorio della città castellana, ma anche nei Comuni di Creazzo, Sovizzo, Monteviale e Gambugliano. Si tratta del sottotenente Leonardo Mirto, 53 anni, originario di Marsala, in provincia di Trapani, e proveniente da Sassuolo. Qui dirigeva il Nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia. In precedenza, per otto anni, era stato comandante della Stazione di Mirano, nel veneziano.

Mirto è il primo Ufficiale a guidare i Carabinieri di stanza a Montecchio Maggiore dopo l’elevazione della caserma a Tenenza, avvenuta l’anno scorso. Prima di lui il comando era stato affidato all’ex comandante della Stazione, luogotenente Catello Chierchia e, dopo il pensionamento di quest’ultimo, al maresciallo Marco Perricci.

“L’arrivo del sottotenente – ha sottolineato il sindaco, Milena Cecchetto – è un importante tassello in vista del completamento dell’organico e, per questo, ringraziamo l’Arma dei carabinieri. Al sottotenente Mirto vanno il nostro augurio di un buon lavoro e la promessa che l’amministrazione comunale sarà sempre a disposizione per qualsiasi necessità. Il nostro impegno continua, affinché sia al più presto realizzata la seconda palazzina per gli alloggi dei militari, che chiuderà il cerchio di quest’opera così importante per la nostra città e anche per il territorio limitrofo. Confidiamo sempre nell’invio di altri militari: gli spazi per accoglierli ci sono. E poi chi altro può vantare una Tenenza con vista sui castelli di Giulietta e Romeo?”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Alberto Santini. “Il sottotenente Mirto – ha infatti aggiunto – è un ufficiale capace e motivato e di certo contribuirà al raggiungimento degli obiettivi istituzionali, perseguendo la corrispondenza del bisogno di sicurezza nel primario interesse della popolazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *