Breaking News

Vicenza, quale futuro per Corso Fogazzaro?

Vicenza – Un incontro per capire come funzionerà, a Vicenza, la sperimentazione di riapertura al traffico nella parte nord di Corso Fogazzaro. Lo ha organizzato la delegazione cittadina di Confcommercio che ha chiesto agli assessori Silvio Giovine e Claudio Cicero, rispettivamente alle attività produttive e alla mobilità, di confrontarsi con gli operatori della zona sulla scelta di sospensione parziale della la Ztl in uno degli assi storici della città.  La decisione dell’amministrazione comunale infatti lascia i commercianti della zona molto perplessi, ed anche per questo l’associazione di categoria, con questo incontrom vuole ribadire la necessità di interventi in grado di rivitalizzare quest’area, al di là delle scelte viabilistiche future.

Nicola Piccolo

“Corso Fogazzaro, negli intendimenti della giunta – è stato detto durante l’incontro -, non tornerà ad essere, non tornerà esattamente come era prima del giugno del 2014, quando la viabilità venne rivoluzionata, ma si aprirà alla circolazione il tratto fra contrà Busato e contrà Cantarane, dalle 8 alle 20 (fuori da questi orari resterà a Ztl), mentre resta confermata la pedonalizzazione della via da contrà Cantarane a piazza San Lorenzo. Il tutto per sei mesi, dopo di che dovrebbe arrivare una decisione definitiva”.

“Abbiamo preso atto – spiega Nicola Piccolo, presidente della delegazione cittadina di Confcommercio – che l’amministrazione comunale di Vicenza vuole proseguire in questo progetto di sperimentazione, anche per rispondere alle richieste di parte degli operatori con attività nel tratto interessato dalle modifiche. Ma dato che ci sono anche pareri discordanti sull’utilità della riapertura al traffico, abbiamo ritenuto essenziale chiedere agli assessori Giovine e Cicero che l’avvio della sperimentazione sia preceduto da un’informazione puntuale e trasparente sugli obiettivi”.

“Vale a dire – continua Piccolo – quali saranno i parametri che decreteranno o meno il successo della riapertura al traffico; come verranno raccolti questi dati e quali sono i risultati attesi per far pendere, successivamente, l’ago della bilancia verso il via libera definitivo alla circolazione dei veicoli. Solo così, cioè con dati chiari e incontrovertibili, si potrà chiudere definitivamente una questione e tracciare una nuova strategia per corso Fogazzaro”.

Fermarsi solo all’aspetto viabilistico non basta, come è emerso da più parti durante il faccia a faccia tra commercianti e amministrazione. “E’ chiaro a tutti – ha infatti sottolineato il presidente Confcommercio – che nell’era delle vendite on line, riaprire una strada può sì aiutare, ma non risolve tutti i problemi. Sia che passino auto, sia che rimanga pedonale, corso Fogazzaro deve tornare al centro di progetti di rivitalizzazione, com’è giusto per la sua storia e per la sua bellezza”.

Tra le idee emerse, due sono state fin da subito avanzate con convinzione dalla delegazione Confcommercio di Vicenza. Innanzitutto quella di predisporre un programma di eventi e manifestazioni che coinvolgano la via e ne facciano un reale baricentro della vita cittadina. Essenziale anche trovare una soluzione per collegare il parcheggio Fogazzaro con la zona Carmini, così da incentivare la passeggiata dei cittadini per tutta l’estensione commerciale della via e non solo nel tratto finale. Occorre insomma cambiare le abitudini dei cittadini, che ancora non hanno inserito corso Fogazzaro nei loro itinerari di shopping.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *