Breaking News

Basket, un concreto Beretta Famila Schio ferma Praga

Praga – Importante vittoria esterna del Beretta Famila Schio, che in Repubblica Ceca ha bissato il successo europeo di giovedì scorso. Ieri sera, al palazzetto dello sport Královka, le ragazze di coach Pierre Vincent hanno infatti fermato le padrone di casa dello Zvvk Usk Praga con il punteggio di 77-80, nella seconda giornata di ritorno di Eurolega, dando prova di grande carattere e capacità di gestire la pressione.

E’ la difesa, molto aggressiva da ambo le parti, la cifra che caratterizza le prime battute del match delle 19. Schio e Praga si mantengono a contatto, ma sul +1 arancione, 5-6, le ceche abbozzano una fuga 11-6. Le scledensi, però non permettono alle avversarie di allontanarsi: Gruda, Lavender e Battisodo griffano infatti un break di 7-0 che ribalta il risultato, 11-13. Il Beretta rimante in testa soprattutto grazie alle prodezze di Quigley, a bersaglio dalla media e dalla lunga distanza, 19-21. Ad una manciata di secondi dalla sirena, però, un gioco da tre punti di Ayayi riporta avanti le gialloblù, 22-21.

Dopo aver ribaltato di nuovo il tabellone, 22-23, il Famila soffre un momento di appannamento, fatto di attacchi poco decisi e di errori banali. Le ceche, in questa fase più concrete, compiono un deciso balzo in avanti, 35-25. Nella difficoltà, le arancioni si compattano e accorciano, 35-34. Un paio di palle perse e una difesa generosa fanno sì che le atlete guidate da Natalia Hejkova chiudano la prima metà gara sul 41-37. Nella ripresa Schio confezione un 5-0 che lo porta a +1, 41-42. Da qui la contesa prosegue punto a punto, con sorpassi e controsorpassi, senza che un quintetto riesca a prevalere in maniera decisa. Questo fino al 50-52, quando Gruda dà il là e guida una cavalcata scledense (10-4 il parziale) che permette alle ospiti di andare all’ultimo tempino con un margine di 8 lunghezze, 54-62.

Il quarto periodo è il più intenso e combattuto del match. Praga accorcia con i canestri di Thomas, Romero ed Elhotova, 61-64, ma quando mancano ancora 6 minuti, le gialloblù perdono proprio Thomas per raggiunto limite di falli (lamentatasi per la quarta chiamata arbitrale, la guardia americana è stata sanzionata con un fallo tecnico). Lo Zvvk ha esaurito il bonus, ma il Famila non sfrutta fino in fondo i viaggi in lunetta concessi, 61-67. Considerate le percentuale non proprio esaltanti delle avversarie ai liberi (poco più del 60%), le ceche interrompono le azioni delle ospiti con falli tattici. Uno stratagemma che, combinato a qualche azione produttiva dà i suoi frutti, 77-79. Quigley, conferma la serata no della squadra dalla linea della carità, 79-80, ma nell’azione successiva, l’ultima della partita, la tripla di Ayayi si stampa sul ferro e le scledensi possono così festeggiare la seconda vittoria della stagione in Eurolega.

Praga: Brezinova ne, Brabencova ne, Romero 3, Karolina Elhotova, Hanusova 5, Rezan 6, Katerina Elhotova 15, Vyoralova ne, Sipova ne, Thomas 12, Oblak 11, Ayayi 25

Schio: Filippi, Fassina ne, Masciadri, Lisec, Crippa 2, Gruda 19, Battisodo 5, Andrè, Dotto 10, Lavender 15, Quigley 25, Gemelos 4

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *