Breaking News

Basket, sconfitta per il Famila Schio contro Ragusa

Ragusa – Trasferta amara per il Famila Wuber Schio, che ieri sera, al PalaMinardi di Ragusa, è stato fermato dalle padrone di casa della Passalacqua con il risultato di 80-74. Fatale per le scledensi, in questo avvincente e combattuto big match, valido per la terza giornata di ritorno del campionato di serie A1 di basket femminile, il pessimo avvio di ultimo periodo. Il break di 12-0 costruito dalle biancoverdi siciliane, infatti, ha permesso loro di passare al comando nel momento più importante della partita. Le iblee hanno poi saputo ben amministrare il loro margine, tenendo a bada gli assalti delle avversarie.

E’ ottimo l’avvio di partita per Schio: dopo aver incassato il rapido canestro di Kuster, 2-0, punge con Quigley e Lavender per il 2-7 del secondo minuto. Le Aquile scippano alle ospiti le redini del gioco e ribaltano il tabellone, 9-7. La frazione procede a strappi, ora dell’una, ora dell’altra squadra, che si tramutano in vantaggi di temporanei. Sul 13-11, il Famila mette il turbo: sospinto da Gruda, Lavender e Dotto, autrici di un sostanzioso 9-0, balzano a +7, 13-20. Hamby e Kuster ci mettono una pezza, ma Lavender e Gruda colpiscono ancora per il nuovo +7 arancione, 17-24.

Nel secondo quarto Schio raggiunge il massimo vantaggio con unaa tripla di Battisodo, 20-29. Le padrone di casa non accusano il colpo: scivolate a -9, infatti segnano a ripetizione, confezionando un importante break di 13-4 che sancisce la parità, 33-33. I quintetti si alternano in testa fino al 37-38, quando due triple di Cinili e un libero di Harmon fanno volare Ragusa vola a +6, 44-38. Prima della sirena, c’è tempo per due personali di Quigley, che chiudono il periodo sul 44-40.

Nella ripresa le arancioni perdono ancora terreno, 48-40, prima di riuscire ad imprimere una poderosa sterzata all’incontro. Gruda, Dotto e Quigley griffano un parziale di 11-2 che riporta le scledensi al comando 50-51. Una situazione che dura solo un battito di ciglia, perché Hamby riporta presto avanti le Aquile, 52-51. Le ultime battute della partita vedono prevalere le ospiti, che riescono ad accumulare un margine di 6 lunghezze, 58-64.

Hamby, Cinili (micidiale con i piedi dietro l’arco), Harmon e Kuster bersagliano il canestro, confezionando un pesante 12-0 che ricaccia indietro le arancioni, 72-64. Il lungo digiuno del Famila viene interrotto, da Lavender, dopo più di cinque minuti sul parquet, 72-66. Le siciliane, però, non perdono colpi e rispondono a tono alle fiammate scledensi, chiudendo la gara con il punteggio di 80-74.

Ragusa: Consolini 2, Romeo 5,Cinili 17, Formica ne, Harmon 23, Gianolla, Soli, Bongiorno ne, Hamby 16, Kuster 17

Schio: Filippi ne, Fassina 2, Masciadri, Crippa 5, Gruda 10, Battisodo 5, Andrè 4, Dotto 11, Lavender 16, Quigley 21, Micovic ne

Di seguito gli altri risultati della terza giornata:

  • Battipaglia – Napoli 56-67
  • Broni – Lucca 73-71
  • Empoli – San Martino di Lupari 61-52
  • Torino – Venezia 60-91
  • Vigarano – Sesto San Giovanni 93-74

Classifica: Venezia 26, Schio 22, Ragusa 20, Napoli e Broni 18, San Martino di Lupari e Lucca 14, Vigarano 12, Sesto San Giovanni 10, Battipaglia 6, Torino ed Empoli 4

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *