Breaking News
Ottime prove per Gruda (di schiena) e Lavender, contro Battipaglia, autrici, rispettivamente di 12 e 15 punti
Ottime prove per Gruda (di schiena) e Lavender, contro Battipaglia, autrici, rispettivamente di 12 e 15 punti

Basket, il Famila Schio travolge Battipaglia

Battipaglia – Niente carbone ieri, ma due ottimi punti nella calza della befana del Famila Wuber Schio in terra campana. Al PalaZauli, infatti, le arancioni hanno conquistato la vittoria, per 41-84, contro le padrone di casa della Treofan Givova Battipaglia Pb63 Lady, nella prima giornata di ritorno di Sorbino Cup. Questa gara della serie A1 di basket femminile ha visto le scledensi un po’ in affanno nei primi minuti, complici anche i pochi allenamenti svolti al completo prima della partita. Una volta scaldato il motore, però, le ragazze di coach Vincent hanno saputo indirizzare il match nella giusta direzione. Un applauso alla compagine guidata da Alberto Matassini, che nonostante le assenze (l’ultima è quella della guardia america Antiesha Brown, infortunatasi prima della sosta) ha lottato fino alla fine, senza risparmiarsi.

Due azioni e due canestri (capitan Trimboli e Simon), per Battipaglia, dopo la palla a due delle 18. Solo errori al tiro, invece, per Schio, che riesce a cancellare lo zero sul tabellone grazie al centro di Lavender, 4-2. La Treofan continua a pungere e, a suon di triple, raggiunge il +7, 13-6, a metà quarto. Ma il Famila monopolizza la seconda parte del periodo, erodendo tutto il vantaggio accumulato dalle avversarie e passando in testa, 13-15. I due liberi di Simon valgono il 15 pari, ma l’ex Lady Andrè scrive a referto il +2 per le scledensi, 15-17.

Battisodo e ancora Andrè pigiano sull’acceleratore, così le arancioni balzano a +7, 15-23. Handy e Simon cercano di tenere il contatto con le campionesse d’Italia in carica, 21-25, però le ospiti riescono, pian piano, ad allargare la forbice. Grazie ad un ottimo gioco di squadra, Schio rimpolpa il suo vantaggio fino al 25-34 di metà gara. La tripla di Handy accorcia le distanze, 28-34, ma il gioco da tre capitalizzato da Lavender le ripristina, 28-37. Il Famila piazza poi un break di 9-3 che vale il + 15, 31-46. Uno strappo che, nonostante gli sforzi, le campane non riescono a ricucire. Al trentesimo le scledensi conducono per 39-57.

Due canestri di Dotto e uno (da tre punti) di Fassina aprono gli ultimi dieci minuti della gara, 39-64. Al terzo minuto Cremona fa 2/2 dalla linea dei liberi, 41-64. Saranno questi gli unici due punti segnati dalla Pb63 nella frazione finale. Il Famila, invece, colpisce a ripetizione (da sottolineare i 7 punti realizzati da Micovic in 80 secondi) e prende il largo fino al 41-85 del quarantesimo.

Battipaglia: Mataloni 2, Cremona 5, Sasso, Trimboli 7, Del Pero 5, Panniello, Mazza, Patanè, Handy 11, De Rosa, Simon 11, El Habbab

Schio: Filippi 2, Fassina 5, Masciadri 5, Crippa 4, Gruda 12, Battisodo 8, Andrè 8, Dotto 8, Lavender 15, Quigley 10, Micovic 7

Ecco gli altri risultati della prima giornata di ritorno:

  • Sesto San Giovanni – Ragusa 57-72
  • Broni – Venezia 74-68
  • Empoli – Lucca 62-76
  • San Martino di Lupari – Napoli 62-70
  • Vigarano – Torino 83-72

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *