Breaking News
Da sinistra: Andrea Ferrarese, Giovanni Pavesi e Alberto Fontanesi
Da sinistra: Andrea Ferrarese, Giovanni Pavesi e Alberto Fontanesi

Arriva il FarmaCup. La visita si prenota in farmacia

Vicenza – Una convenzione tra l’Azienda Ulss 8 Berica e Federfarma Vicenza per agevolare il rapporto tra cittadini, sanità pubblica e farmacie. È stata presentata oggi, all’ospedale San Bortolo, da Giovanni Pavesi e Andrea Ferrarese, rispettivamente direttore generale e Cup manager della Ulss vicentina, e Alberto Fontanesi, vicepresidente di Federfarma Vicenza e presidente di Federfarma Veneto. L’accordo prevede l’attuazione, sul territorio berico, dei servizi di FarmaCup e di Consegna referti.

“Il FarmaCup – è stato spiegato – è un servizio che permette alle persone di rivolgersi direttamente alle proprie farmacie di fiducia per prenotare ogni tipo di visita medica in strutture sanitarie pubbliche e convenzionate con il Servizio sanitario nazionale. Il personale delle farmacie, entro pochi minuti, esegue la prenotazione, consegna un promemoria scritto della prenotazione, in cui sono indicati la struttura dove è erogata la prestazione, il giorno e l’ora dell’appuntamento e al contempo fornisce le informazioni e le istruzioni propedeutiche alla prestazione”.

L’utenza può inoltre rivolgersi alle farmacie per ritirare i referti delle visite mediche effettuate. Il servizio è gratuito. Per le farmacie l’adesione è su base volontaria, e quelle aderenti sono collegate direttamente al sistema gestionale del Cup.

“Con questa convenzione – ha commentato Pavesi – avviciniamo ancor più i nostri servizi al territorio e alle reali esigenze dei cittadini. Penso, in modo particolare, a quelle degli anziani, che per prenotare o disdire una visita medica possono rivolgersi direttamente al loro farmacista di fiducia, a pochi passi da casa. Le attività di FarmaCup e Consegna referti assolvono quindi anche a una funzione sociale importante. La persona e il territorio sono al centro dei nostri interventi, che riusciamo a promuovere nel migliore dei modi quando troviamo interlocutori concreti e lungimiranti come Federfarma Vicenza”.

“Anche sul piano dei dei costi e della sostenibilità ambientale – ha aggiunto il presidente di Federfarma Veneto – questo accordo contiene benefici preziosi, riducendo le necessità di spostamento per la prenotazione. E questo con tutte le garanzie di privacy e professionalità delle farmacie vicino a casa, che in Italia oggi rappresentano l’istituzione di vicinato più presente sul territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *