Breaking News

Smog, a Vicenza confermato il livello arancione

Vicenza – Non mutano, per ora, le concentrazioni di polveri sottili nell’aria. In virtù di questa situazione, a Vicenza, sono state confermate le limitazioni aggiuntive alla circolazione dei veicoli, entrate in vigore domenica 13 gennaio. Questa mattina, infatti, l’Arpav ha comunicato che, per quanto riguarda il pm10, il territorio comunale rimane al livello di allerta 1, vale a dire il livello arancione, secondo quanto previsto dal nuovo Accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano.

Le restrizioni, giova ricordarlo, prevedono che, in centro storico e nei quartieri della prima cintura urbana di Vicenza, tutti i giorni, festivi inclusi, non possano circolare: i veicoli privati a benzina standard Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4; i veicoli commerciali a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3; i motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi non catalizzati, immatricolati prima del primo gennaio 2000 e non conformi alla direttiva 97/24/C.

Scendendo più nel dettaglio, i quartieri interessati dal blocco del traffico sono: Laghetto, San Pio X, San Bortolo, Quartiere Italia, San Francesco, Sant’Andrea, San Lazzaro, Santa Bertilla, Villaggio del Sole, Santi Felice e Fortunato e parte dei quartieri della Stanga (lato San Pio X) e di Saviabona.

Tutti i parcheggi di interscambio, che permettono di raggiungere il centro storico usando il bus navetta (Bassano, Cricoli, Quasimodo), sono sempre accessibili anche ai veicoli interdetti alla circolazione. Le limitazioni alla circolazione resteranni in vigore fino alla loro revoca. La prossima comunicazione sul livello di inquinamento dell’aria, diramata dall’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale, è prevista per giovedì 17 gennaio.

Per quanto concerne le eccezioni al divieto in vigore, possono sempre circolare, indipendentemente dal livello di inquinamento dell’aria, i veicoli a emissione zero o ibridi; quelli condotti da persone con Isee fino a 16.700 euro, da ultrasessantacinquenni (veicoli di proprietà o di un familiare); i mezzi con almeno tre persone a bordo (car-pooling); i veicoli commerciali diesel Euro 3 e 4 (fino alle 9.30 e dalle 12.30 alle 15.30 per carico/scarico merci); i veicoli usati per cantieri edili e stradali cantiere (fino alle 11 e dalle 15 alle 17.30).

E ancora, possono sempre circolare i mezzi utilizzati per il trasporto di bambini e ragazzi a scuola, persone con disabilità o che devono sottoporsi a visite mediche, persone che devono recarsi alla stazione dei treni o di Svt, ospiti di alberghi e strutture di accoglienza; i veicoli adibiti a cerimonie nuziali, funebri, etc.; quelli d’epoca e di interesse storico e collezionistico; i veicoli in uso ad avvocati, autoscuole, direttori e giudici di gare sportive, farmacisti, donatori di sangue, professionisti e responsabili della sicurezza dei cantieri, ministri di culto, ambulanti dei mercati cittadini, lavoratori turnisti (residenti o con sede di lavoro a Vicenza).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *