Breaking News

Peggiora la qualità dell’aria. Stop agli Euro 4

Vicenza – Il peggioramento della qualità dell’aria, a Vicenza, ha fatto scattare oggi il livello arancione, che si traduce in nuove restrizioni alla circolazione stradale, oltre a quelle già in vigore. Le verifiche effettuate da Arpav hanno infatti accertato lo sforamento per quattro giorni consecutivi del valore limite giornaliero di pm10 (fissato in 50 microgrammi al metro cubo d’aria) e di conseguenza, in centro storico e nei quartieri della prima cintura urbana, tutti i giorni, festivi inclusi, dovranno fermarsi anche i veicoli privati alimentati a diesel Euro 4.

Riassumendo, considerata la situazione attuale circa l’inquinamento atmosferico, non potranno circolare i veicoli privati a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4; i veicoli commerciali a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3; i motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi non catalizzati, immatricolati prima del primo gennaio 2000 e non conformi alla direttiva 97/24/C.

Le sanzioni per i trasgressori (multa da 164 euro a 664 euro e, in caso di reiterazione della violazione nel biennio, anche sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni) scatteranno una volta che saranno posizionati tutti i cartelli posti in corrispondenza delle vie di accesso all’area interessata dal blocco del traffico.

I quartieri interessati dal blocco del traffico sono Laghetto, San Pio X, San Bortolo, Quartiere Italia, San Francesco, Sant’Andrea, San Lazzaro, Santa Bertilla, Villaggio del Sole, Santi Felice e Fortunato e parte dei quartieri della Stanga (lato San Pio X) e di Saviabona. Tutti i parcheggi di interscambio, che permettono di arrivare in centro storico utilizzando il bus navetta (Bassano, Cricoli, Quasimodo) saranno sempre accessibili anche ai veicoli interdetti alla circolazione.

Il livello rosso scatterà in caso di sforamento del valore limite giornaliero di pm10 per dieci giorni precedenti consecutivi. In questo caso, alle limitazioni in vigore nel “livello arancione”, si aggiungerà lo stop – tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30 – ai veicoli commerciali alimentati a diesel Euro 4.

Ma vediamo ora le eccezioni a queste disposizioni. Potranno sempre circolare, indipendentemente dal livello di inquinamento dell’aria, i veicoli a emissione zero o ibridi; quelli condotti da persone con Isee fino a 16.700 euro, da residenti over 65; i veicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling); i veicoli commerciali diesel Euro 3 e 4 (fino alle 9.30 per carico/scarico merci); i veicoli usati per il trasporto di bambini e ragazzi a scuola, persone con disabilità o che devono sottoporsi a visite mediche, persone che devono recarsi in stazione (treni o Svt), ospiti di alberghi e strutture di accoglienza; i veicoli adibiti a cerimonie nuziali o funebri; quelli d’epoca e di interesse storico e collezionistico; i veicoli in uso ad avvocati, autoscuole, direttori e giudici di gare sportive, farmacisti, donatori di sangue, professionisti e responsabili della sicurezza dei cantieri, ministri di culto, ambulanti dei mercati cittadini, lavoratori turnisti (residenti o con sede di lavoro a Vicenza). Per maggiori e più complete informazioni circa le eccezioni, si consiglia di visitare questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *