Breaking News

Vicenza, no alle auto in Corso Fogazzaro

Vicenza – Si è costituito a Vicenza il comitato “Futuro Fogazzaro”, gruppo spontaneo di cittadini residenti che intende sensibilizzare l’amministrazione comunale sul futuro di Corso Fogazzaro e delle vie circostanti. Gli organizzatori si dichiarano “intenzionati a promuovere ogni iniziativa utile e necessaria volta a tutelare il territorio, l’ambiente, la salute dei cittadini attraverso la partecipazione attiva della comunità locale nonché a promuovere attività culturali e di intrattenimento, ad organizzare campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, a collaborare con l’amministrazione comunale e coordinare la propria azione con quella di altri comitati e associazioni che a livello locale perseguono analoghe finalità”.

La prima iniziativa del comitato, che si è costituito il 5 dicembre, è una petizione dove si dice No al passaggio delle auto in Corso Fogazzaro e si chiede invece la valorizzazione di questa importante strada del centro storico di Vicenza.

“Siamo certi – sottolineano i responsabili del comitato – che l’apertura del corso alle auto non comporterà reali vantaggi alle attività commerciali, anzi, l’aumento del traffico sarà causa di aumento dell’inquinamento da polveri sottili e rumore che peggioreranno la qualità della vita delle persone e la loro sicurezza e non risolverà i problemi. E’ noto che la pedonalizzazione dei centri storici favorisce l’interesse per una riqualificazione complessiva di case, uffici e negozi e questo è successo anche su Corso Fogazzaro. Infatti, dopo l’intervento di riqualificazione è diventata una delle vie più significative e belle del centro storico”.

“Con questa petizione – continuano – chiediamo all’amministrazione comunale di Vicenza di soprassedere all’ipotesi di riapertura anche parziale al traffico delle auto in Corso Fogazzaro. Chiediamo inoltre che sia istituito un organismo di coordinamento, costituita dal sindaco e dai rappresentanti degli abitanti e dei commercianti, per definire un programma di interventi che valorizzi l’intera area che gravita su Corso Fogazzaro, che sia trovata una soluzione per garantire un collegamento diretto tra il Park Fogazzaro e Corso Fogazzaro, che sia valorizzata la via con iniziative ed eventi tematici in grado di far risaltare le attività commerciali di questa parte di città, che sia infine elaborata, entro sei mesi, una proposta di recupero e valorizzazione di Corso Fogazzaro e delle aree limitrofe in particolare Contra’ Mure dei Carmini che versa in stato di abbandono”.

La petizione iniziata 15 giorni fa ha raccolto circa 1200 firme. Il comitato chiede poi che vengano fatti in strada eventi di qualità e che si pensi a un arredo urbano accattivante, magari guardando con interesse alle città europee più attente all’aspetto green e sociale. Il comitato intende inoltre coordinare la propria azione con quella di altri comitati e associazioni che, a livello locale, perseguono analoghe finalità. Nel caso della questione dell’apertura alle auto della strada vine appoggiata l’associazione di commercianti Casa Fogazzaro, anche loro contrari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *