Breaking News
Il maestro Riccardo Zarda, domani al Pedrollo, assieme al mezzosoprano Lucia Rizzi
Il maestro Riccardo Zarda, domani al Pedrollo, assieme al mezzosoprano Lucia Rizzi

Vicenza, il Martedì del Pedrollo celebra Rossini

Vicenza – È dedicato al compositore italiano Gioacchino Rossini il nuovo “Martedì al Conservatorio” in programma domani, martedì 11 dicembre, con inizio alle 18, al conservatorio di musica Arrigo Pedrollo di Contra’ San Domenico, a Vicenza.

L’appuntamento, che celebrerà il 150esimo anniversario della morte del maestro pesarese vedrà esibirsi, nella sala Pobbe, il mezzosoprano Lucia Rizzi accompagnata al pianoforte da Riccardo Zadra in un repertorio da camera che guarda alla tarda produzione di Rossini. L’entrata è libera fino ad esaurimento dei posti disponibili.

“I pezzi scelti – spiega una nota di presentazione del concerto – appartengono alla raccolta che venne chiamata ironicamente dal compositore Péchés de vieillesse, Peccati di vecchiaia, contenente 150 composizioni vocali e per pianoforte solo suddivise in 14 album. Si tratta di musiche da salotto scritte fra il 1857 e il 1868 e destinate ad essere eseguite nella villa a Passy (dove il musicista si era ritirato a vita privata e dove morì) per un ristretto pubblico di amici, se non esclusivamente per se stesso.

“Nel repertorio del concerto si ascolteranno Mi lagnerò tacendo, arietta all’antica (O salutaris hostia); Mi lagnerò tacendo, bolero; Mi lagnerò tacendo, su una nota sola; La passeggiata (ode anacreontica); À Grenade (ariette espagnole); Une caresse à ma femme, per pianoforte solo; L’ultimo ricordo; Chanson de Zora, La petite bohemienne; Ariette villageoise; Le lazzarone (Chansonette de Cabaret); Ave Maria (su due note); Un petit train de plaisir, per pianoforte solo; Il fanciullo smarrito; La chanson du bébé.

Lucia Rizzi
Lucia Rizzi

“Lucia Rizzi – prosegue la nota – è dotata di una particolare vocalità che le permette di affrontare il repertorio operistico e da camera sia nella tessitura di mezzosoprano che in quella di soprano. Si è esibita nei più prestigiosi teatri, fra cui Scala di Milano, Regio di Torino e Parma, Bellini di Catania, Maggio Musicale Fiorentino, Fenice di Venezia, ed ha cantato sotto la direzione di Bychkov, Campanella, Chung, De Burgos, Fischer, Minz, Muti, Temirkanov”.

“Riccardo Zadra unisce un’ampia esperienza professionale come solista e camerista alla passione per l’insegnamento (è docente di pianoforte al Conservatorio di Vicenza) e per la ricerca. Il suo repertorio solistico spazia da Bach a Ligeti; ha eseguito l’integrale dell’opera pianistica di Debussy, con due prime esecuzioni italiane. Da circa trent’anni anni conduce, con Federica Righini, un’originale ricerca sugli aspetti psicofisiologici dell’interpretazione musicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *