Breaking News

Grande successo per l’iniziativa “Adotta un albero”

Vicenza – Grande successo per l’iniziativa di Coldiretti Vicenza “Adotta un albero”, oggi in programma al mercato di Campagna Amica di Vicenza e di Malo. In meno di due ore, infatti, gli oltre trecento abeti sradicati dal maltempo ad Asiago e ad Enego, recuperati e proposti in vendita al prezzo di 15 euro come alberi di Natale, sono stati tutti acquistati.

“Abbiamo provato una forte emozione – hanno infatti commentato il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola, ed il direttore Roberto Palù – quando appreso che già stamattina gli abeti erano già stati tutti venduti. Più di trecento piante che hanno conquistato cuore e generosità dei vicentini”.

“Sinceramente – hanno aggiunto – non pensavamo ad una simile risposta, tanto che mentre caricavamo i pini, dell’altezza di 120 centimetri ciascuno, pensavamo che sarebbe stato difficile proporli, anche perché molti erano stati danneggiati a seguito della caduta. Ma, evidentemente, i vicentini hanno compreso il messaggio che sta dietro all’albero, ed il valore della loro solidarietà”.

Oltre alle piazze di vicentine, gli abeti dell’Altopiano sono stati proposti anche a Milano ed al Villaggio della solidarietà a Verona. Le iniziative di solidarietà non sono finite. I mercati di Campagna Amica e Coldiretti Vicenza hanno infatti in serbo altre proposte, tutte incentrate sul desiderio di ripopolare di abeti i boschi delle montagne vicentine, che in alcuni territori in particolare, sono stati letteralmente rasi al suolo.

“Passando per i territori colpiti dalla calamità, tra Enego ed Asiago, viene un gran magone – hanno concluso Cerantola e Palù – poiché abbiamo impressa nella mente l’immagine di un territorio splendido e curato, mentre gli occhi ci fanno vedere solo distruzione, ovunque li volgiamo. Ripristinare questo territorio costerà moltissimo, non solo dal punto di vista economico, ma anche in termini di tempo. E speriamo, un giorno, di poter rivedere i paesaggi ai quali c’eravamo abituati e che attiravano ogni anno migliaia di turisti”.

Un commento

  1. MINNENGOLO GIUSEPPE

    COSA FARE ADOTTARE UN ALBERO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *