Breaking News

Inquinamento, a Schio la qualità dell’aria è buona

Schio – Come già sottolineato ieri, il peggioramento della qualità dell’aria dovuto alla presenza di sostanze inquinanti, ha fatto scattare su buona parte della nostra regione e nelle principali città della pianura padana, il semaforo arancione. A Schio, invece, la qualità dell’aria è ancora buona.

Anche nei giorni in cui nei principali centri urbani del nord si sono registrati dati particolarmente critici, nel centro dell’alto vicentino, le polveri sottili sono rimaste ben al di sotto della soglia di criticità. “Analizzando i dati di tutto il 2018 – sottolinea una nota del municipio scledense – questo trend è confermato: a Schio la soglia dei 50 microgrammi per metro cubo d’aria è stata superata solo dodici volte, a differenza, ad esempio, di Vicenza dove fino ad oggi i superamenti sono stati trentasei.

“Le informazioni in tempo reale – hanno spiegato il sindaco, Valter Orsi, e l’assessore all’ambiente, Anna Donà – sono possibili grazie all’acquisto di un rilevatore automatico di polveri sottili pm10 e pm2,5, fatto nel 2016 dall’amministrazione comunale”.

“Un investimento importante e lungimirante -hanno proseguito – che ci permette oggi di evitare notevoli disagi ai cittadini. Infatti fino al 2016 Schio doveva fare riferimento, per decidere se adottare o meno misure di emergenza, ai dati rilevati in altre città, ma è chiaro che la qualità dell’aria a Schio è notevolmente migliore di quella delle altre città della pianura padana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *