Breaking News
Villa Miari, realtà consolidata nel panorama dei servizi socio sanitari dell’Ulss 7 e della Regione
Villa Miari, realtà consolidata nel panorama dei servizi socio sanitari dell’Ulss 7 e della Regione

Santorso, entro l’anno conclusi i lavori a Villa Miari

Santorso – Dovrebbero concludersi entro la fine dell’anno i lavori di adeguamento sismico di Villa Miari, a Santorso. Quest’opera di messa in sicurezza della struttura socioassistenziale, che si trova vicino al centro del paese e che accoglie anziani e disabili non autosufficienti e persone con problemi di riabilitazione, è stata possibile grazie ad un importante contributo della Regione Veneto (pari a circa 920 mila euro, per un progetto che sfiora il milione 100 mila).

Il cantiere, aperto ad inizio 2018, si è occupato di una integrazione strutturale di un edificio che fa parte del più ampio complesso immobiliare di Villa Miari, in passato denominato “Centro grandi invalidi del lavoro”, dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro.

“Si tratta di un’opera complessa – ha spiegato il sindaco, Franco Balzi, legale rappresentante della struttura – che risponde a precisi obblighi normativi, ma anche alla volontà dell’amministrazione comunale di intervenire a tutela delle persone più fragili”.

“A rendere ancor più delicato l’intervento sulla struttura di Villa Miari vi è la presenza, mai venuta meno, di tutti gli ospiti e delle attività assistenziali che si stanno erogando pur in concomitanza dei lavori. In questo senso l’impegno del personale assistenziale, pur nell’ovvio disagio che i lavori comportano, è da omaggiare, come la pazienza degli ospiti e dei loro familiari”.

La struttura, acquisita dal Comune di Santorso nel 1982, a partire dal 2003 è stata oggetto di importanti ampliamenti, tra i quali quello relativo al “Padiglione C”, oggetto dei lavori di adeguamento sismico in corso. Nel dicembre 2015 l’amministrazione di Villa Miari, stante la necessità di portare a compimento l’opera (tre piani su sei risultavano ancora al grezzo), ha approvato un progetto esecutivo finalizzato al completamento della struttura, che prevede nuovi locali ad uso animazione e mensa, la riqualificazione dell’attuale mensa, spazi per il soggiorno, la palestra e alcuni locali di servizio per operatori e medici, oltre all’installazione di un nuovo ascensore.

Gli interventi al piano terra consentiranno la realizzazione del nuovo centro diurno per anziani autosufficienti. Gli attuali lavori incideranno in maniera positiva sulla vulnerabilità della struttura portante del fabbricato, con la realizzazione di un nuovo sistema sismo-resistente in grado di assorbire eventuali sollecitazioni sismiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *