Breaking News

Due denunce per la truffa dello specchietto

Quinto Vicentino – Nuovo tentativo di truffa con la cosiddetta tecnica dello specchietto a Quinto Vicentino. Dopo le indagini, avviate dai carabinieri della Stazione di Camisano, la vicenda si è conclusa in questi giorni, con la denuncia di due uomini, un 47enne residente a Rubano, in provincia di Padova, e un 18enne di Breganze, accusati proprio di tentata truffa in concorso.

A mettere in moto la macchina investigativa è stata la denuncia, sporta nelle scorse settimane, di una 33enne residente a Quinto. La donna ha raccontato agli uomini dell’arma l’episodio accadutole mentre stava percorrendo, con la sua auto, la tangenziale est di Vicenza. Giunta nei pressi dello svincolo per Torri di Quartesolo, è stata affiancata da un’altra vettura, con a bordo due persone.

Dopo averle chiesto di fermarsi, i due uomini le hanno spiegato che, poco prima, con una manovra aveva provocato un danno alla carrozzeria della loro vettura. Danno per il quale le hanno richiesto un risarcimento di 300 euro, da consegnare subito. Presa alla sprovvista, la 33enne ha acconsentito e tutti e tre si sono avvicinati ad uno sportello bancomat, dove la giovane ha prelevato la somma in contanti.

L’intervento del padre dell’automobilista, avvertito proprio dalla figlia, di quanto accaduto, ha fatto saltare i piani dei due uomini, che si sono così allontanati a mani vuote. Come detto, i due sono stati denunciati, ma le indagini dei militari proseguono, per appurare se il 47enne e il 18enne si siano resi responsabili, in zona, di altre tentate truffe con le stesse modalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *