Breaking News

Chiude la Marr di Valdagno. Undici licenziamenti

Valdagno – Natale amaro per gli undici dipendenti dell’azienda Marr Spa, di Valdagno, che il 14 dicembre scorso hanno ricevuto una lettera di auguri con l’annuncio della chiusura della sede e del licenziamento conseguente, tutto questo previsto per la fine di gennaio 2019. Del caso, a livello sindacale, si occupa la Filcams Cgil di Vicenza. La Marr Spa, che distribuisce prodotti alimentari a ristoranti, alberghi e mense aziendali, è nata da un ramo d’azienda della Jolly Hotel, chiusa nel 2007, e conta 700 dipendenti, quasi 800 milioni di fatturato e 40 milioni di utili.

“Nella sede Marr di Valdagno – spiega Agostino Di Maria, della segreteria della Filcams vicentina, – sono occupate undici persone, ma vanno considerati anche i dipendenti di una cooperativa alla quale sono stati affidati i servizi di trasporto. E’ evidente che è mancata la volontà di riorganizzare la sede di Valdagno, operando una diversificazione sul mercato della clientela e cercando nuovi sbocchi, vista la professionalità dei dipendenti che vi lavorano. E questo anche in vista della costruzione della Spv, un’infrastruttura che aggiungerebbe potenzialità logistiche e di trasporto”.

Oggi i sindacalisti si sono incontranti con i rappresentanti aziendali e il prossimo incontro sarà il 9 gennaio 2019. “Abbiamo chiesto che l’azienda ci fornisca alcuni dati sui costi – ha aggiunto Di Maria – e se l’azienda insiste per la chiusura e il licenziamento dei dipendenti chiederemo almeno un incentivo per integrare l’assegno di disoccupazione, in modo tale da dotare i lavoratori e le lavoratrici di un periodo maggiore per riqualificarsi e formarsi”.

“Ci chiediamo – conclude il sindacalista – perché, su 700 dipendenti, licenziare proprio gli undici di Valdagno. Chiediamo che l’azienda, che fa degli utili, ci ripensi e mantenga i posti di lavoro, con una riqualificazione, un rilancio e un ampliamento delle sue attività della sede valdagnese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *