Breaking News
Presidio delle Mamme No Pfas. Immagine d'archivio
Presidio delle Mamme No Pfas. Immagine d'archivio

Le Mamme No Pfas incontrano il Prefetto

Vicenza – Nella mattinata di domani, venerdì 7 dicembre, una piccola delegazione di Mamme No Pfas incontrerà il prefetto di Vicenza, Umberto Guidato, per chiedere che, dopo il fallimento dell’azienda Miteni di Trissino, non si verifichi una sorta di opacizzazione delle responsabilità.

“Chiederemo al prefetto – spiega infatti, in una nota, il gruppo di genitori – di intervenire sui meccanismi che stanno ritardando la caratterizzazione del sito e la sua conseguente bonifica. Mai come in questo momento i poteri prefettizi nell’ambito della sicurezza ambientale devono essere messi in campo”.

“Di fatto l’attuale gestione degli impianti e la loro messa in sicurezza, a nostro parere, devono passare attraverso la costituzione di una conferenza permanente tra Stato e Regione, che possa garantire la messa in campo di tutte e forze necessarie per assicurare la sicurezza dei cittadini e del territorio. Ricordiamo che il coordinamento della valutazione di incidente rilevante è prerogativa del prefetto e mai come in questo momento dovrà essere verificata l’effettiva sussistenza delle condizioni di massima sicurezza e di efficienza delle squadre di pronto intervento”.

“Chiediamo al prefetto – concludono le Mamme No Pfas – di garantire, attraverso l’individuazione di soggetti delegati, fino alla rimozione dell’inquinante presente nel sottosuolo della Miteni, l’efficienza della barriera idraulica che, ricordiamo, è l’elemento chiave della messa in sicurezza dell’impianto industriale nei riguardi dell’inquinamento della falda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *