Breaking News
La partenza dell'Ultrabericus Winter. Foto di Odino dal Pozzo
La partenza dell'Ultrabericus Winter. Foto di Odino dal Pozzo

Corsa oggi l’Ultrabericus Winter. Ecco i vincitori

Arcugnano – Freddo e fango non hanno fermato la carica dei 900 runner della terza edizione di Ultrabericus Winter, che si è svolta questa mattina, con partenza alle 9.30 da piazza Rumor, di Torri di Arcugnano. Nella prova speed (17 chilometri di tracciato con 600 metri di dislivello positivo) ha trionfato Mirco Lunardi, che (pur sbagliando strada ed allungando un po’ il percorso) ha tagliato il traguardo in 1 ora, 25 minuti e 20 secondi. Sul podio sono saliti anche Cristian Simioni (Skyrunners Le Vigne Vicenza, con un tempo di 1:25:38) e Simone Barzon (MR Sport, 1:26:44).

Se la gara maschile ha visto i primi tre corridori giungere al traguardo distanziati di poco, nella prova al femminile Irene Frizzo (Faizanè Runners Team, 1:43:52), ha invece fatto la voce grossa fin dall’inizio della gara ed ha conquistato la terza vittoria in tre edizioni “Correre qui è sempre un piacere – ha raccontato Frizzo nel dopogara -, bello il percorso con discese tecniche e salite dure sempre gestito al meglio dal team Ultrabericus. Correre con il freddo mi piace e oggi tutti i tasselli sono andati al giusto posto”. A seguire sono arrivate Alessia Terzo (A.A.A. Malo, 1:47:59) ed Eleonora Bado (Padova Triathlon e Duathlon, 1:52:10).

Per quanto riguarda, invece, la prova integrale (34 chilometri da percorrere, con un dislivello di 1400 metri), il trentino Luca Miori, in forza al G.S. Fraveggio si è piazzato al primo posto, chiudendo la gara con il tempo di 2 ore, 35 minuti e 37 secondi “Francesco Lorenzi ha fatto la gara mettendosi davanti – ha analizzato il vincitore -. Pian piano ho spostato il ritmo senza esagerare e sono entrato in progressione fino a saltare davanti”.. Medaglia d’argento per Nicola Giovanelli (Team La Sportiva, 2:37:33), bronzo per Francesco Lorenzi (Vicenza Marathon, 2:38:26).

Il podio femminile ha visto dominare Francesca Dal Bosco, in testa dall’inizio alla fine, che ha fermato il cronometro sulle 3 ore, 7 minuti e 52 secondi e che si è lasciata alle spalle Alessandra Boifava (Ultrabericus Team A.S.D, 3:09:30) e Anna Conti (Atl. Paratico, 3:12:25). “Mi sono gustata la presenza per il secondo anno e questa seconda vittoria – ha spiegato Dal Bosco -. Quest’anno ho trovato un percorso forse un po’ più scivoloso e a tratti ghiacciato, ma nel complesso più divertente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *