Breaking News

Un Capodanno diverso con Quelli dell’ultimo

Vicenza – Esiste un modo diverso per festeggiare l’ultimo dell’anno, condividendo non solo il divertimento ma anche il servizio e la vicinanza nei confronti di chi ha bisogno del calore umano e di una parola di conforto. Un capodanno alternativo proposto dall’iniziativa “Quelli dell’ultimo”, giunta alla dodicesima edizione e nata per volontà di un gruppo di giovani di Vicenza, realizzata in collaborazione con Caritas diocesana vicentina e Pastorale giovanile della Diocesi di Vicenza.

Si rivolge ai giovani dai 16 ai 35 anni, invitati a vivere l’ultimo dell’anno all’insegna dell’incontro, dell’amicizia e  del divertimento all’interno di diverse realtà che accolgono anziani, persone con disagio mentale o con disabilità, persone senza dimora. Come dice uno slogan dell’iniziativa, non si tratta tanto di “andare a fare”, quanto di “andare a stare”, perché “Quelli dell’ultimo” è un capodanno da condividere.

Le strutture con cui l’evento collabora sono dislocate all’interno della provincia di Vicenza: si tratta di una quarantina realtà, tra case di riposo, strutture per l’infanzia, l’adolescenza e la famiglia, la disabilità, servizi per il reinserimento sociale, le tossicodipendenze, il disagio psichico e strutture che accolgono persone senza fissa dimora.Il ritrovo per i partecipanti, che hanno tempo fino al 23 dicembre per iscriversi sul sito www.quellidellultimo.it, è fissato per lunedì 31 dicembre alle 14, presso la parrocchia di San Giuseppe, in via Mercato Nuovo 41, a Vicenza.

All’arrivo si versa la quota richiesta di 10 euro (comprensivi di cena e festa finale), si partecipa tutti insieme ad un momento di accoglienza e di festa e poi ci si divide in gruppi, scegliendo liberamente la realtà in cui trascorrere l’ultimo dell’anno, guidati da un accompagnatore che la conosce. Dopo il pomeriggio trascorso nella struttura scelta, alle 20 circa si rientra nella parrocchia di San Giuseppe per partecipare ad alcuni laboratori, alle 22.30 si partecipa alla veglia e successivamente si termina con una cena solidale e con la super festa con cui salutare l’anno vecchio e accogliere quello nuovo.

“Quelli dell’ultimo è una proposta generativa – spiega Alessia Miotello, referente dell’area giovani di Caritas diocesana vicentina -. Basti pensare che un gruppo di Mercate, in provincia di Lecco, che l’anno scorso ha partecipato all’evento qui a Vicenza, ha deciso di esportarlo e di organizzarlo nella loro zona. Anche quest’anno avremo comunque partecipanti da fuori diocesi, come un gruppo che arriverà dalla provincia di Milano”.

“Per qualcuno – sottolinea don Lorenzo Dall’Olmo, responsabile della Pastorale giovanile della Diocesi di Vicenza – l’ultimo dell’anno è un giorno di maggiore solitudine. Ecco perché chi partecipa all’iniziativa è fedele alla missione di passare del tempo insieme e di condividerlo. Il dono più bello è l’incontro con le persone e ci auguriamo, come già accade, che chi parteciperà sia stimolato a tornare nei luoghi conosciuti nell’ultimo giorno dell’anno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *