Violenza sulle donne, aperto lo sportello della Cgil

Vicenza – Si celebra anche quest’anno, il 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. A Vicenza, tra i più impegnati su questo fronte, soprattutto per quanto riguarda molestie, mobbing e discriminazioni sul lavoro, c’è la Cgil, che ha inaugurato oggi il suo sportello dedicato. Il nuovo servizio è ospitato nella sede cittadina del sindacato, in via Vaccari 128, ed è aperto a tutti, sia donne che uomini.

“Anche se i dossier più recenti parlano di un calo dei reati in Italia – osserva Marina Bergamin, responsabile delle politiche di genere della Cgil vicentina – la violenza sulle donne, purtroppo, non accenna a diminuire. E’ bene ricordare che è questa una violazione di un diritto umano, e una forma di discriminazione grave che provoca danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica ed economica. Molto diffusi sono anche i ricatti e le molestie sessuali sul lavoro, e sono in larga misura sommersi.

“Sebbene il fenomeno riguardi anche i lavoratori, sono le lavoratrici ad esserne più colpite. Nove donne su cento dichiarano di aver subito molestie nella propria vita lavorativa. Poche sono quelle che denunciano, non più dello 0,5% delle vittime, ed avviene per molti motivi: per paura di perdere il lavoro, per la vergogna di essere giudicate dalla società e dai familiari, per mancanza di fiducia nelle forze dell’ordine, perché si pensa che sia meglio trovare soluzioni individuali. Forse anche perché il sindacato non è ancora pronto… Tutto questo ci chiama in causa dunque, ed è su questo che vogliamo mettere l’accento anche quest’anno in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne”.

Logica quindi la decisione della Cgil di Vicenza di impegnarsi a fondo contro questo fenomeno odioso, e lo ha fatto cominciando dal recente congresso provinciale, quando ha voluto testare il grado di consapevolezza dei delegati sindacali con un apposito questionario. Ed è sulla base di quanto è emerso che ha deciso di aprire uno specifico sportello contro molestie, mobbing e discriminazione,  un servizio che si avvarrà di competenze sia interne che esterne, come quelle dei centri antiviolenza, delle associazioni di aiuto e di alcuni psicologi.

La Cgil aderirà infine alle prossime iniziative, che si svolgeranno a Vicenza, come la marcia silenziosa del 24 novembre, e a Bassano, dove la marcia sarà invece il 25 novembre. Domenica 25 novembre sarà in Corso Palladio, a Vicenza, con gazebo e volantini sul tema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità