Breaking News

Vicenza, automobilisti usati come bancomat?

Vicenza – Automobilisti usati come bancomat, a Vicenza? C’è chi lo crede, e comunque sta montando sempre più in città la polemica sulla raffica di multe che sembrano piovere su coloro che si muovo su quattro ruote. Lunedì 5 novembre sono infatti scattate in città le limitazioni antismog, assai restrittive, e sono molte le infrazioni in cui può incorrere il malcapitato ed un po’ distratto automobilista. E puntuali sono già iniziate quelle che sono state definite “le imboscate” della polizia locale.

In altre parole si tenderebbe soprattutto a far cassa con le multe, magari sorprendendo l’automobilista e stangandolo poi con salate sanzioni. Vi sarebbero anche alcuni punti nevralgici della città dove le multe vengono fatte con maggior frequenza. Ci sono stati segnalati da alcuni lettori, e qualcuno in particolare ha tracciato una mappa abbastanza dettagliata. Avviene in Via Quadri, ad esempio, nella semicurva che c’è subito dopo l’incrocio con Corso Padova, ed ancora in Via La Marmora, in prossimità della semicurva dopo Via Mentana, e in Via Legione Gallieno, prima dell’incrocio semaforico con Contra’ Porta Padova, in Viale Ippodromo e in Piazzale Giusti.

Sulla questione c’è anche una certa divisione all’interno della giunta che governa Vicenza, con l’assessore alla mobilità, Claudio Cicero, critico su questa tendenza a multare indiscriminatamente per far cassa. Ad onor del vero bisogna aggiungere che questo è tutt’altro che una novità, dato che succede da anni in tutta Italia. Tuttavia l’assessore vicentino ha preso le distanze, criticando non poco l’escalation del numero delle multe in seguito al blocco antismog. Tutti del resto siamo d’accordo sul fatto che sia meglio educare a rispettare le regole piuttosto che sanzionare, ma come sempre avviene, a dire l’ultima parole sono sempre i soldi purtroppo…

Sempre sul tema traffico e multe, c’è da segnalare anche una tagliente nota diffusa nei giorni scorsi dalla minoranza consiliare vicentina, più precisamente dal gruppo Da adesso in poi che mette in evidenza proprio queste divisioni che si manifestano nella maggioranza che governa la città.

“Su tante cose – scrivono i consiglieri di opposizione – non siamo d’accordo con l’assessore Cicero, ma una qualità gliela dobbiamo riconoscere: è un uomo coerente e fermo nelle sue idee. E ha il coraggio di dirlo pubblicamente e a chiare lettere. Ci sembra però incredibile che un assessore della giunta, tra l’altro l’assessore alla mobilità, dichiari di scoprire a cose fatte che sarà installato un nuovo autovelox in un’arteria importante della città come viale del Sole. Ma in giunta non si parlano? Sembra un segnale che la maggioranza vuole dare a Cicero. Forse il super assessore, che inizialmente sembrava quasi un sindaco ombra, ha iniziato a dare fastidio ai suoi compagni di strada”.

“Quanto al merito – conclude il gruppo Da adesso in poi -, ci limitiamo a segnalare un fatto: la giunta prevede di fare cassa sui cittadini, programmando di recuperare 500 mila euro in più dalle multe. Non è un leggero incremento, come dichiara il sindaco: è un aumento di più del 10% delle previsioni di incasso. Soldi che non arriveranno da Marte ma dai vicentini e dagli automobilisti di passaggio in viale del Sole. È l’ennesima volta che Rucco smentisce sé stesso: quando era all’opposizione protestava e denunciava le mani nelle tasche dei cittadini, ora da sindaco svuota loro le tasche e anche i portafogli”.

Un commento

  1. Le multe vengono date a chi non rispetta la legge, perché scrivete che chi multa è il criminale? Se gli automobilisti smettessero di parcheggiare su ogni marciapiede della città sarebbe meglio per tutti, anche per i negozianti. Chi sbaglia paga, avete alternative? Visto che i mondiali di ciclismo non si faranno più a Vicenza e gli asfalti delle strade fanno schifo e sono pieni di buche, dove li troviamo i soldi per aggiustarli?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *