Breaking News

Un convegno su sicurezza e legittima difesa

Padova – “Sicurezza e legittima difesa. Leggi e proposte regionali e statali a confronto”, è questo il tema che verrà trattato durante il convegno organizzato dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia in Regione Veneto, che si terrà a Padova, presso la sala convegni dell’hotel Sheraton, in corso Argentina 5, venerdì 30 novembre alle 20.45. L’appuntamento, con ingresso libero, vuole fare il punto della situazione su tematiche di attualità, come la sicurezza e la legittima difesa.

“In ambito regionale e nazionale – spiega una nota di FdI – gli esponenti di Fratelli d’Italia hanno presentato da tempo delle proposte per modificare la normativa tenendo conto delle esigenze e soprattutto del sacrosanto diritto delle persone perbene di vivere tranquillamente senza sentirsi in pericolo sia in ambiente privato sia in un contesto pubblico. Da sempre il nostro partito mette come priorità negli impegni della politica la tutela dei cittadini onesti, la presenza di uno Stato che, tramite le forze dell’ordine, garantisca sicurezza e una pacifica convivenza in qualsiasi luogo”.

“Nell’estremo caso – mettono in evidenza i consiglieri regionali Sergio Berlato e Massimiliano Barison, promotori dell’incontro – in cui il cittadino dovesse trovarsi in una situazione di pericolo per sé stesso o per le persone a lui vicine, dovrebbe avere la possibilità di difendersi senza temere che la sua azione di legittima difesa possa determinargli conseguenze penali. Per questo è opportuno un momento di riflessione e dibattito, anche alla luce di quanto si sta discutendo a livello parlamentare sul pacchetto sicurezza e sulla modifica della normativa per la legittima difesa”.

Oltre a Berlato e Barison, durante la serata interverranno Gregorio Cavalla, avvocato e componente del direttivo FdI padovano, il docente dell’università di Padova Giovanni Caruso e l’assessore alla trasparenza del Comune di Vicenza Isabella Dotto. Sarà presente e darà il suo contributo al dibattito anche Graziano Stacchio, il benzinaio di Ponte di Nanto che, nel febbraio del 2015, fu al centro di un caso di cronaca, quando sparò per difendere la commessa di una gioielleria durante un tentativo di rapina. Si ricorderà che a seguito di questo morì uno dei rapinatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *