Breaking News
Schio, come ha funzionato il trasporto urbano?

Schio, come ha funzionato il trasporto urbano?

Schio – Nel 2019, saranno vent’anni da quando a Schio è stato avviato il servizio di trasporto pubblico urbano gestito dalla Conam. Un arco di tempo sufficiente perché si faccia un bilancio teso a stabilire se il servizio abbia funzionato, se sia stato davvero utile alla comunità, o se magari non sia il caso di rimodularlo attraverso forme più coerenti e organiche per il contesto scledense.

Ed è su questa premessa che Alex Cioni, referente del gruppo civico SchioCittà Capoluogo, ha presentato un’istanza al Sindaco di Schio, Valter Orsi, nella quale si chiede di fare un’analisi del servizio su  costi e benefici. Cioni precisa di non essere contrario al trasporto pubblico, ma aggiunge che “neanche lo si può considerare come un totem intoccabile”.

“Scattare una fotografia del servizio e dei relativi costi – sottolinea -, che pesano inevitabilmente sulle tasche dei cittadini scledensi, è un’operazione necessaria di trasparenza verso la comunità. Dopo vent’anni sarebbe da irresponsabili dare per scontato un servizio che pare non essere mai decollato veramente.Attendiamo di ricevere le risposte alle nostre domande, poi faremo le valutazioni del caso, non prima di aver messo a disposizione della città le informazioni in nostro possesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *