Breaking News

Schio, cocaina ed eroina. Un arresto per spaccio

Schio – Un giovane di 25 anni è stato arrestato ieri a Cogollo del Cengio, dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Schio, nell’ambito di una attività di indagine a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Erano infatti arrivate negli ultimi tempo molte segnalazioni alla Compagnia dei carabinieri scledensi, riguardanti un soggetto, tale Osesumhen Destiny Ibhawoh, nato in Nigeria, nel 1993, che sembrava avesse comportamenti sospetti e molto elusivi, accompagnandosi spesso a gente altrettanto sospetta.

O.D. Ibhawoh
O.D. Ibhawoh

Raccolte le dovute informazioni del caso, è venuto fuori che il nigeriano era già stato arrestato due volte nel 2017, in entrambi i casi per spaccio di stupefacenti, a Thiene, la prima volta dalla polizia locale e la seconda dai carabinieri dal Norm thienese. A quel punto, i militari scledensi, in borghese, lo hanno messo sotto controllo. Tra le tante persone con cui il nigieriano si è incontrato, e con le quali sembrava intrattenere dei rapporti sospetti, c’era in particolare un uomo di 38 anni, Emmanuel Dominic, arrestato il 21 ottobre dai carabinieri di Schio dopo che aveva ingerito due ovuli di eroina, 22 grammi in totale, per sfuggire al controllo.

I militari del Radiomobile sono quindi entrati in azione ed hanno fermato il nigeriano mentre era a bordo di un’autovettura con due connazionali, nei pressi della stazione ferroviaria di Schio. Fin dall’inizio i tre sono sembrati insofferenti, e per questo sono stati condotti in caserma per approfondimenti. Nonostante la loro perquisizione non abbia rivelato nulla di illegale in loro possesso, i soggetti hanno continuato ad avere un comportamento aggressivo nei confronti dei carabinieri, tanto che sono stati anche denuncia per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.

Gli elementi raccolti sono stati comunque sufficienti per estendere la perquisizione all’abitazione di Ibhawoh, dove sono stati invece trovati circa una ventina di grammi di eroina e cinque di cocaina, in buona parte anche già suddivise in dosi. Trovati anche 975 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio, documenti d’identità italiani non corrispondenti al passaporto nigeriano di Ibhawoh, più altro materiale d’interesse. Considerando tutto questo, ed in particolare la quantità denaro in mano ad Ibhawoh, non giustificabile in quanto disoccupato, la procura ha concordato con la tesi investigativa dei carabinieri e il giovane è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti ed associato al carcere di Vicenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *