Breaking News

Vicenza, un aiuto alla Questura dalla app YouPol

Vicenza – Presentati oggi, dalla Questura di Vicenza, i dati relativi ai primi sei mesi di operatività di YouPol, la app della Polizia di Stato, scaricabile direttamente sullo smartphone da Apple Store e Play Store, che consente di inviare segnalazioni alla sala operativa della questura, anche in forma anonima, se si è testimoni o si è venuti a conoscenza di episodi di bullismo o traffico di stupefacenti.

“In particolare, dal 15 maggio 2018 – ha spiegato il questore, Giuseppe Petronzi, – la sala operativa ha ricevuto circa un centinaio di segnalazioni apprezzabili; di queste il 74% ha riguardato lo spaccio di stupefacenti, il 12% episodi di bullismo e 14% altre segnalazioni inerenti la perpetrazione di reati o condotte comunque pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica. Gli autori delle segnalazioni nel 57% dei casi sono stati utenti registrati, mentre nel restante 43% si è trattato di utenti occasionali”.

Il dirigente dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, il commissario capo Cristiano Fiorin, da cui dipendono la sala operativa e le volanti, ha illustrato una segnalazione ricevuta tramite YouPol il cui esito è stato positivo. Nel mese di settembre infatti, grazie ad una segnalazione effettuata da un utente registrato, i poliziotti vicentini hanno identificato quattro stranieri in città, rinvenendo della marijuana addosso ad uno di questi e segnalandolo per detenzione di sostanze stupefacenti.

In conclusione, il questore Petronzi ha sottolineato “l’importanza di dare nuovo impulso a questo nuovo strumento tecnologico che, se utilizzato responsabilmente, può fornire un valido supporto all’attività di controllo del territorio garantita ogni giorno dalla Polizia di Stato e contribuire in tal modo al miglioramento della vivibilità del territorio e della qualità della vita, perché le istituzioni hanno bisogno di cittadini sempre più consapevoli e partecipi del sistema sicurezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *