Breaking News

Maltempo, torna l’energia elettrica nel vicentino

Vicenza – Sono in fase di risoluzione tutte le situazioni di criticità relative all’alimentazione dell’energia elettrica, interrotta a causa del maltempo dei giorni scorsi in diversi comuni della provincia, tra l’Alto vicentino e l’Altopiano di Asiago. Grazie all’intenso lavoro delle squadre sia di Terna (che gestisce l’alta tensione), sia di Enel (che gestisce la linea elettrica secondaria) si è giunti alla normalizzazione della situazione ed al ripristino della quasi totalità delle utenze interessate dall’interruzione dell’energia, rimanendo singoli casi da risolvere. Eventuali esigenze potranno essere segnalate al numero Verde Enel 803500.

Complessivamente, da lunedì 28 ottobre u.s. ad oggi, sono stati effettuati, dalle squadre Terna ed Enel, più di 100 interventi e sono stati impiegati circa 100 gruppi elettrogeni. La macchina organizzativa degli interventi di protezione civile, sotto il coordinamento della Sala Operativa istituita dalla Prefettura, ha visto il coinvolgimento di 80 Centri Operativi Comunali nell’intera provincia. Durante l’intero periodo, hanno partecipato alle operazioni anche circa 400 volontari di protezione civile, appartenenti complessivamente a 40 Associazioni, per un totale di circa 300 interventi.

Sono, tuttora, in corso le operazioni di recupero dei detriti nel torrente Posina – derivanti dal movimento franoso a seguito delle copiose piogge dei giorni scorsi – a cura di mezzi e personale del Servizio Forestale Regionale, in raccordo con lo stesso Comune. Nel contempo, si sta intervenendo, a monte, in località “Lizza”, per ripristinare il bacino idroelettrico.

Con riferimento alla circolazione stradale, sono ancora chiuse le seguenti arterie viarie a seguito della caduta di alberi e/o dello smottamento del terreno:

  • S.P. 81, a Posina, in località “Griso”;
  • S.P. 350, in località “Carbonare” , sul territorio trentino –
  • S.P.64 “Fiorentini”, in località “Malga Melegnon”;
  • S.P. 85, a Pedemonte, in località “Carotte” al Km 2+500.

Sono, invece, state riaperte al traffico le altre strade prima chiuse:

  • S.P.84 “Valdastico”, in località “San Pietro”.
  • S.P. 73 “Valvecchia”, dal Comune di Valstagna al Comune di Foza.
  • S.P.349, in località “Camporovere”, nel Comune di Asiago;
  • S.P.46, in località S. Antonio del Pasubio fino a Pian delle Fugazze;
  • S.R.11, a Torri di Quartesolo per la chiusura del ponte cosiddetto “palladiano” sul Tesina.

La Sala Operativa di protezione civile sarà chiusa dalle ore 20.00 di oggi 2 novembre, salvo eventuali sopraggiunte criticità. Verrà, comunque sempre assicurata la reperibilità del funzionario di turno, tramite il centralino della Prefettura, al numero 0444-338411.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *