Breaking News

Centri per l’impiego, in tremila per IncontraLavoro

Venezia – È un bilancio più che positivo quello della prima edizione di IncontraLavoro, l’iniziativa promossa da Regione del Veneto e Veneto Lavoro, nell’ambito dell’Italian Employers’ Day 2018, che ha messo in contatto, in 13 centri per l’impiego della regione, disoccupati in cerca di lavoro e imprese alla ricerca di candidati.

Affluenza e partecipazione all’iniziativa sono stati superiori alle aspettative: quasi tremila i candidati che mercoledì 7 novembre hanno incontrato più di 300 imprese e Agenzie per il lavoro; i colloqui di lavoro svolti sono stati più di 4500, per oltre 1200 posti disponibili. In alcuni casi le aziende hanno già individuato il candidato giusto, che verrà assunto nelle prossime settimane; per le altre l’occasione è servita per restringere la cerchia dei potenziali candidati, che saranno riconvocati per un secondo colloquio in azienda.

La maggior affluenza si è registrata nei centri per l’impiego di Vicenza, Arzignano, Bassano del Grappa e Schio, che insieme hanno richiamato oltre 700 potenziali candidati, un terzo dei quali nel solo Cpi di Arzignano, per i 350 posti disponibili. A seguire il Cpi di Padova, con 560 candidati per quasi 200 posti, Treviso (485 candidati), Verona, Legnago e San Bonifacio (460 candidati in tutta la provincia), Venezia e Mirano (340 candidati), Rovigo (210) e Belluno (120).

Le posizioni ricercate erano le più svariate: dall’informatico all’ingegnere, dal commesso al cameriere di sala, dal cuoco all’infermiere, ma anche contabili, magazzinieri, guardie private, artigiani, operai, accompagnatori turistici. “Con IncontraLavoro – ha spiegato l’assessore al lavoro Elena Donazzan – abbiamo voluto dare un segnale tangibile a quanti nella nostra regione sono attualmente senza lavoro e ne stanno cercando uno, ma anche alle aziende che da tempo cercavano candidati senza trovarne e che proprio grazie a questa iniziativa hanno individuato il profilo giusto”.

“I centri per l’impiego – ha aggiunto l’assessore – hanno diverse importanti funzioni, prima fra tutte l’attivazione del disoccupato nella ricerca di un’occupazione, nonché l’incrocio domanda-offerta. In questa occasione hanno dimostrato di saper attrarre la domanda di lavoro delle imprese del territorio e di fornire concrete opportunità ai cittadini iscritti nelle loro liste. Il  sistema veneto dei servizi per l’impiego, fondato sulla cooperazione pubblico-privato, ha manifestato ancora una volta la propria validità ed efficienza, dimostrandosi un buon modello da seguire. Un personale ringraziamento va a tutti gli operatori dei centri per l’impiego che hanno gestito la giornata con competenza e professionalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *