Breaking News

Bassano dà esempio in tema di raccolta differenziata

Bassano del Grappa – I risultati ottenuti nella raccolta differenziata fanno di Bassano uno dei migliori esempi in Europa, per quanto riguarda i Comuni di medie dimensioni. Lo afferma un articolo del Sole24Ore, dedicato alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti in Europa e nel mondo, e lo conferma anche l’ultimo report di Arpav. In questa analisi dell’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale si stima che nel primo semestre del 2018 Bassano abbia raggiunto il 78% di raccolta differenziata, superando di due punti la percentuale fissata come obiettivo per il 2020 per tutta la regione Veneto.

“Arpav – sottolinea una nota del municipio bassanese – ha inoltre certificato in questi giorni i dati per la raccolta differenziata nei comuni veneti riferiti all’anno 2017. Bassano si posiziona al terzo posto in Veneto tra le città di medie grandi dimensioni, dopo Treviso e San Donà di Piave. Nel Bacino Brenta, Bassano è l’unico comune di medie dimensioni che ha caratteristiche territoriali (montagna, colline, pianura) complesse, con condomini, zone industriali, centro storico esteso, che presuppongono una organizzazione della raccolta dei rifiuti molto complessa, basti pensare alle esigenze del centro storico o a tutte le aziende che conferiscono i loro rifiuti al sistema comunale perché assimilati agli urbani. Il modello attuato per gestire questa complessità ha permesso, lo scorso 9 maggio, di essere portati come esempio di buone pratiche a livello nazionale nel corso di un convegno a Roma del’Istituto per la finanza e l’economia locale, fondazione costituita dall’Anci, Associazione nazionale comuni italiani”.

“La nostra città – ha evidenziato il sindaco, Riccardo Poletto – è faro a livello nazionale su uno dei temi su cui si gioca il futuro del nostro modello di sviluppo. Il percorso che va verso la riduzione progressiva dei rifiuti non differenziati ha fatto recentemente un grande passo in avanti e ci spinge a voler raggiungere risultati ancor maggiori diffondendo le migliori pratiche in tutto il paese”.

Il riconoscimento del Sole24Ore segue di qualche giorno la notizia che la città di Bassano è entrata nella lista dei 50 Comuni finalisti alla dodicesima edizione del Premio comuni virtuosi, promosso dall’Associazione comuni virtuosi con il patrocinio del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, da Anci, Ispra, Borghi Autentici d’Italia, Agenda 21 Italia.

“Sono risultati importanti – ha commentato l’assessore alla cura urbana Roberto Campagnolo – che premiano tutti i cittadini per la loro serietà e per l’impegno anche in questo campo. La campagna «Bassano è tempo di metterci il cuore», che ci ha permesso di tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini, riducendo anche la spesa in bolletta, è stata fondamentale per diffondere in maniera più ampia in città la sensibilità verso una tematica che ci riguarda tutti e che tutti insieme abbiamo contribuito a migliorare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *