lunedì , 1 Marzo 2021

Basket, ancora uno stop europeo per Schio

Schio – Europa amara, fino ad ora, per il Beretta Famila Schio. Dopo lo stop di mercoledì scorso, anche la seconda giornata del gruppo A di Eurolega, massima competizione per club di basket femminile, ha infatti riservato alle arancioni una sconfitta. Questa volta per mano delle ceche dell’Usk Zvvz Praga, che al PalaRomare si sono imposte, ieri sera, per 50-69. La sconfitta è maturata al termine di un match poco avvincente, che le scledensi, quasi sempre in ritardo, non hanno saputo raddrizzare.

Gioco disordinato e retine inviolate, in avvio di gara. Dopo lo 0-2 griffato da Elhotova al secondo minuto, coach Pierre Vincent richiama in panchina le sue ragazze. Al ritorno sul parquet Schio continua a faticare e il primo centro, di Gruda, arriva al quarto giro di lancette, 2-3. I quintetti segnano con il contagocce e lo spettacolo ne risente. Sul 4-7 del sesto minuto, Lisec va a bersaglio due volte, per il +1 arancione, 8-7. Un vantaggio effimero, perché dall’altra parte del campo, Ayayi riporta avanti le sue, 8-9. Thomas e Romero rincarano la dose, 8-15, Lavender ricuce, 10-15, ma una ispirata Thomas sigla il +7 gialloblù, 10-17.

Sotto canestro Lavender e Gruda si ritagliano buoni spazi e il Beretta recupera terreno, 18-19. Bastano però due azioni, con due svarioni difensivi, a vanificare quanto di buono Schio aveva appena costruito. Praga, infatti, punisce gli errori delle avversarie e riallunga, 18-23. La reazione delle arancioni è immediata. A dare il là alla rimonta ci pensa Lavender, seguita da Gemelos e Gruda, 26-25. Appena il tempo di assaporare questo vantaggio, che Praga ribalta il risultato con Elhotovae Thomas, 26-30. Un +4, quello costruito dalle ceche, che al ventesimo diventa +7, 30-37.

Praga inaugura la ripresa con un 7-0, 30-44, che forza il time out di Vincent. Tornato sul parquet, il quintetto scledense, sciupa due possessi e l’Usk ne approfitta, 31-47. La difesa arancione è poco coesa e le gialloblù arrivano al tiro con troppa facilità, 33-51. Gemelos e Lavender tengono a galla le padrone di casa e, al trentesimo, il Beretta insegue 39-53. Un solco non così profondo, che le scledensi, però, non sembrano in grado di colmare. Poca precisione, in attacco e in difesa, ed errori banali, non sono certo la formula giusta per contrastare le campionesse ceche. Al PalaRomare è Praga ad avere la meglio e a tornare a casa con i due punti.

Famila Schio: Filippi 3, Fassina 2, Masciadri ne, Lisec 8, Crippa, Gruda 8, Battisodo, Andrè, Dotto 7, Lavender 12, Gemelos 10, Micovic ne

Zvvz Praga: Brezinova ne, Brabencova ne, Romero 2, Pospisilova ne, Karolina Elhotova 2, Hanusova 6, Rezan 14, Katerina Elhotova 12, Vyoralova ne, Thomas 19, Oblak, Ayayi 14

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità