Basket, il Famila Schio sbanca il PalaVesuvio

Napoli – Importante vittoria, ieri sera, per il Famila Wuber Schio nella sesta giornata di Sorbino Cup, serie A1 di basket femminile. Al PalaVesuvio di Ponticelli, quartiere di Napoli, le scledensi hanno infatti sconfitto, 67-72, le padrone di casa della Dike, al termine di una partita davvero combattuta. Rilevanti, da ambo le parti, le defezioni. Napoli, infatti, ha affrontato la gara delle 20.30 senza due straniere, la guardia Courtney Williams e la pivot Isabelle Harrison, mentre Schio ha lasciato a riposo la play titolare Francesca Dotto.

Ad aprire le danze di questo match ci pensa l’ex arancione Macchi, a bersaglio dalla linea della carità, 2-0. Dopo il pareggio di Gruda, 2-2, il tabellone avanza con frenesia, con le due squadre ad alternarsi al comando. Lo strappo più consistente della frazione è del Famila, che dal -1, 7-6, si porta a + 6, 7-13, grazie ai canestri di Lavender, Andrè e Gemelos. Macchi ci mette una pezza, 10-13, ma le arancioni, intenzionate a lasciarsi alle spalle questo momento negativo, continuano a spingere e chiudono il primo quarto sul 14-22.

Nel secondo periodo Filippi scrive a referto il +10, 14-24, prima della tripla di Gonzalez, 17-24. Schio riporta il suo vantaggio in doppia cifra, 17-28, ma la Dike è brava a contenere le avversarie e, con un break di 10-2, riporta la contesa sul binario dell’equilibrio, 27-30. Tutto da rifare, dunque, per il Famila, che però non si perde d’animo: gioca con attenzione e allunga di nuovo, 32-39. Un tesoretto presto assottigliato dalle campane che al ventesimo hanno solo tre lunghezze da recuperare, 36-39.

Al ritorno sul parquet dopo i quindici minuti di intervallo, Macchi impatta, 39-39. Sulla nuova parità, 41-41, Lavender e Crippa provano a scavare il solco, 41-45, ma ancora una volta vengono riacciuffate dalle partenopee 44-45. La gara prosegue con un copione già visto: le arancioni pongono le basi per l’allungo e le padrone di casa ricuciono e così, alla terza sirena, il margine del Famila è di soli cinque punti, 53-58.

In avvio di ultimo quarto, Lavender fa salire a 7 le lunghezze di vantaggio delle arancioni, 53-60. Si segna davvero poco in questi dieci minuti: dopo i canestri di Williams, da una parte, e Gemelos dall’altra (55-63), passano più di due minuti perché il punteggio venga aggiornato, per mano di Tagliamento, 57-63. Il tabellone riprende a muoversi e, quando sul cronometro manca meno di un minuto alla fine, il punteggio è in parità, 67-67. A decidere la partita ci pensa Filippi: prima insacca la tripla del +3, 67-70, e poi realizza anche due tiri liberi che valgono il 67-72 finale.

Napoli: Macchi 21, Pastore 3, Diene 7, Tagliamento 15, Gonzalez 3, Williams 15, Mancinelli, Ress 3, Giuseppone ne
Schio: Filippi 7, Fassina, Masciadri ne, Crippa 7, Gruda 17, Battisodo 3, Andrè 8, Dotto ne, Lavender 22, Gemelos 8, Micovic

Ecco gli altri risultati del sesto turno di andata:

  • Lucca – Sesto San Giovanni 70-55
  • Torino – Broni 65-79
  • San Martino di Lupari – Ragusa 62-49
  • Empoli – Battipaglia 57-56
  • Venezia – Vigarano 72-66

Classifica: Venezia 12, Schio 10, Napoli, San Martino di Lupari e Broni 8, Ragusa e Lucca 6, Vigarano e Sesto San Giovanni 4, Battipaglia, Empoli e Torino 2

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità