Vicenza, lavori per 900 mila euro nelle scuole

Vicenza – Ammonta a 900 mila euro l’importo dei progetti approvati dalla giunta di Vicenza a favore di alcuni edifici scolastici comunali. Gli interventi in programma interesseranno le scuole secondarie di primo grado Scamozzi, in via Einaudi, e Ambrosoli (via Bellini), dove, rispettivamente per 65 mila euro e 60 mila, verranno riqualificati i servizi igienici.

Alle scuole secondarie di primo grado Barolini (via Palemone) e Maffei (contra’ santa Caterina) è invece in programma la sostituzione degli infissi, per un investimento di 290 mila euro, nella prima, e 285 mila euro, nella seconda.

“È un intervento di riqualificazione energetica – ha spiegato l’assessore alle infrastrutture con delega ai lavori pubblici, Claudio Cicero – utile ad abbattere la dispersione del calore e quindi anche a risparmiare sulle spese di riscaldamento”.

“Inoltre – ha aggiunto Cristina Tolio, assessore alla formazione – si tratta di serramenti talmente vecchi e datati che la questione è anche di sicurezza, al punto che basta un piccione per sfondare i vetri, come è accaduto alla Maffei pochi giorni fa”.

Le opere interesseranno anche i servoscala. Una delibera dell’importo complessivo di 200 mila euro approva infatti il progetto definitivo per la sostituzione degli impianti per disabili, installati in alcuni edifici scolastici. Questo considerato che quelli esistenti risalgono agli inizi degli anni 90 e risultano quindi obsoleti, non più sicuri ed affidabili. Le scuole interessate sono le secondarie Scamozzi, Ambrosoli e Mainardi, oltre alle primarie Magrini, Arnaldi, De Amicis e Pertile (qui si tratterà di una realizzazione ex novo). Infine, alla materna san Francesco, di via Turra, verrà costruita una rampa per disabili in calcestruzzo.

“Appena avremo individuato le ditte cui affidare i lavori – ha sottolineato Cicero – andremo a capire in quali scuole si può cominciare subito a lavorare, perché con l’anno scolastico in corso va tenuto conto non solo dell’occupazione delle aule da parte degli studenti, ma anche del disturbo alle lezioni che i rumori del lavori possono arrecare. Per questo, dall’anno prossimo, ci organizzeremo in modo tale che i mutui vengano ottenuti entro marzo-aprile, così da poter eseguire i lavori in estate, a scuole chiuse”.

Per finire, nella seduta di giunta è stato anche approvato il progetto definitivo del valore di 50 mila euro (costo sostenuto dalla Fondazione Teatro) per interventi di manutenzione straordinaria agli impianti di illuminazione del nuovo Teatro comunale Città di Vicenza. L’intervento consiste nella sostituzione di alcune luci segnapasso della sala principale e della sala Ridotto, e nell’installazione di un addolcitore a servizio degli impianti termomeccanici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità