Breaking News
Villa Giusti Suman
Villa Giusti Suman

Zugliano, al via il restauro del rustico di Villa Giusti

Zugliano – Ottime notizie per il Comune di Zugliano. Il progetto di restauro del rustico di Villa Giusti si è infatti aggiudicato un bando della Regione Veneto, del valore di 200 mila euro. Una cifra che sarà impiegata per il recupero del rustico, inagibile e chiuso da molti anni.

Incoraggiati da questo risultato e con l’intento di riprendere il percorso di restauro della Villa, avviato negli anni 90, l’amministrazione comunale ha organizzato, per venerdì 19 ottobre, un seminario, il cui obiettivo è quello di arrivare ad un progetto unitario di restauro, partendo dalla parte più compromessa, vale a dire le decorazioni su carta delle travature del piano nobile, che risalgono al 1600.

Questo appuntamento, che si terrà proprio a Villa Giusti Suman, è rivolto a tutti: agli esperti, ma anche ai cittadini e a tutti coloro che hanno a cuore questo prezioso patrimonio artistico culturale. Il seminario è stato organizzato in collaborazione con l’Engim scuola di restauro di Vicenza, istituto con il quale il Comune di Zugliano ha sottoscritto una convenzione per una reciproca collaborazione, proprio in funzione del recupero di Villa Giusti.

Studenti iscritti alla scuola di restauro saranno presenti al seminario, che inizierà alle 17, e che vedrà anche la partecipazione della Soprintendenza alle belle arti e paesaggio di Verona, Rovigo e Vicenza. Organo che, oltre a patrocinare l’iniziativa, garantirà la presenza di Luca Fabbri, in qualità di relatore . Parteciperanno anche due tra i massimi esperti di decorazioni su carta nel panorama nazionale: la restauratrice Letizia Satto e il chimico Paolo Cremonesi.

Per quanto riguarda poi il progetto esecutivo per il recupero del rustico, con i 200 mila euro del finanziamento si provvederà a rifare il tetto e a consolidare la struttura. All’interno verranno demoliti gli interventi effettuati all’inizio degli anni 50, in modo da far ritornare i locali a dimensioni e caratteristiche originali, con due grandi sale al piano terra e altrettante al piano primo. La struttura rimarrà al grezzo, con realizzazione dell’impianto elettrico nel piano terra. Per la piena funzionalità dell’edificio saranno necessari, in futuro, altri interventi. I locali però, già con questo progetto finanziato, potranno essere riaperti ed usati in occasione di eventi e manifestazioni programmate in Villa e nel cortile esterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *