Breaking News
I vincitori dell'edizione 2017 di Teatro della Scuola, i ragazzi dell'Itis Rossi di Vicenza
I vincitori dell'edizione 2017 di Teatro della Scuola, i ragazzi dell'Itis Rossi di Vicenza

Studenti in scena nel “Teatro dalla Scuola”

Este – Tutto pronto per la nuova edizione di “Teatro dalla Scuola”, storica rassegna riservata ai laboratori teatrali delle scuole superiori del Veneto per iniziativa della Federazione italiana teatro amatori (Fita) regionale, in collaborazione con l’associazione teatrale “Città di Vicenza”. Si terrà da martedì 9 a giovedì 18 ottobre, al Teatro Farinelli di Este, con il patrocinio e la collaborazione dellla locale amministrazione comunale e di “Teatrando: giovani e scuola in scena”, festival promosso dal Vicariato di Este con il patrocinio del Ministero dell’istruzione e dell’Ufficio scolastico regionale.

A contendersi la vittoria saranno l’Its “Marco Polo”, il Liceo “Messedaglia” e il Liceo “G. Veronese” di Verona,  il Liceo “Celio Roccati” di Rovigo, i Licei “P. Lioy” e “A. Pigafetta” di Vicenza, l’Istituto “U. Masotto” di Noventa Vicentina e il Liceo “E. Fermi” di Padova. Le serate, tutte a ingresso libero, prevedono ciascuna due spettacoli, uno alle 20.30 e un altro alle 21.45.

Martedì 9 ottobre si inizia con due lavori made in Verona, entrambi scritti e diretti da Alessandro Anderloni: “La responsabilità” (regia a quattro mani con Marco Pomari) per il “Marco Polo” e “L’osteria del tempo fermo”, liberamente ispirato a “L’osteria di confine” di Mario Rigoni Stern, per il “Messedaglia”.

Mercoledì 10 il “Celio Roccati” di Rovigo proporrà “Processo a Gesù”, di Diego Fabbri, regia di Geremia Cocozza e Stefania Zerbinati; il “G. Veronese”, invece, “L’interminabile breve sogno d’una notte d’estate”, adattamento e regia di Monica Provolo.

Martedì 16 il “Lioy” di Vicenza in “Baruch Hashem”, scritto e diretto da Anna Zago, e il “Fermi” di Padova ne “La bisbetica domata” di Shakespeare, adattato da Francesca Siviero. Mercoledì 17, ultima giornata di gara, apertura con il “Masotto” di Noventa Vicentina in “Con gli occhi degli altri”, diretto da Antongiulio Barbujani, e a seguire il “Pigafetta” di Vicenza in un adattamento del “Don Giovanni” di Molière, curato da Stefania Lievore e Gianmaria Sberze.

Giovedì 18 ottobre alle 21, sempre al Farinelli, ci sarà la premiazione dei vincitori e l’esibizione del laboratorio vincitore nel 2017: quello dell’Itis “A. Rossi” di Vicenza in “Taboo. Giochi di ruolo e di potere”, liberamente tratto da “Le serve” di Jean Genet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *